Come garantire igiene in cucina? Evita questi errori

Marzo 22, 2021Virgilia Panariello
igiene cucina

In cucina si deve prestare attenzione durante la preparazione degli alimenti, l’igiene è importante, scopriamo gli errori da evitare.

Si sa che in cucina non solo si preparano le pietanze ma si consumano il più delle volte, motivo per cui l’igiene deve essere sempre garantita. Per la sicurezza di voi stessi e dei piatti che dovrete servire è necessario prestare attenzione non solo alla preparazione ma anche all’igiene. Se non si vuole andare incontro ad infezione o intossicazione in cucina  non vi resta che fare molta attenzione senza tralasciare nessun dettaglio. Va ricordato di effettuare non solo la pulizia del piano di lavoro, delle stoviglie ma anche l’igiene personale  Non si può puntare l’attenzione solo alimentazione sana ed equilibrata tralasciando la sicurezza alimentare.

Noi di Mammeincucina siamo qui per elencarvi alcuni errori che un pò tutti facciamo in cucina che possono mettere a dura prova la nostra salute e l’igiene in cucina.

Igiene in cucina: errori da evitare

Si sa che nel campo della ristorazione grande o piccola che sia va rispettato e seguito il Manuale di corretta prassi igienica, ma anche in ambito domestico, l’igiene e la sicurezza alimentare non va trascurata.

Rimedio salva mamma: come eliminare i cattivi odori in cucina
Foto:Adobe Stock

Quindi cerchiamo di capire quali errori vanno assolutamente evitati in cucina.

  1. Non lavare bene le stoviglie. Tutti gli utensili e le stoviglie vanno lavati correttamente non solo con acqua ma con detergenti che igienizzano in profondità. Se non avete la lavastoviglie, che come tutti ben sanno non solo lava ma  igienizza le stoviglie visto che utilizza temperature altissime. In caso contrario che dovete lavare a mano, potete aggiungere un pò di aceto o del bicarbonato all’acqua e detersivo così da garantire una pulizia profonda alle stoviglie. Ricordate che utilizzare la giusta temperatura dell’acqua è fondamentale per garantire una buona detersione delle stoviglie, quindi mai utilizzare acqua fredda. Inoltre  l’acqua calda aiuta a rimuovere lo sporco facilmente!
  2. Attenzione alle spugne e strofinacci. Non immaginate neanche quanti batteri possano essere presenti. Lavateli sempre accuratamente basta utilizzare un detersivo neutro e dell’aceto o bicarbonato per igienizzare in profondità. Ricordate ogni tanto di sostituire spugne e retine!
  3. Igiene della persona. Non basta avere le mani quando si manipolano gli alimenti, perchè si sa che sulla pelle vivono moltissimi microorganismi. Quindi utilizzate detergenti specifici che igienizzano le mani in profondità. Inoltre coprite i capelli con una cuffia o cappello per evitare che possano volare e cadere accidentalmente. Inoltre se potete evitate di avere le unghie lunghe perchè si può annidare lo sporco e microorganismi.
  4. Lasciare umido le stoviglie e utensili. Non si possono riporre nei mobili o scolapiatti le stoviglie e utensili umidi. L’acqua residua non solo potrebbe portare alla formazione di calcare ma anche proliferare batteri e muffa a lungo andare nei mobili stessi.
  5. Trascurare la pulizia della lavastoviglie. Per chi c’è l’ha è importante non solo utilizzarla, ma lavarla frequentemente per garantire non solo la corretta funzionalità dell’elettrodomestico stesso ma anche una buona detersione e igiene degli utensili e stoviglie che si utilizzano per consumare il cibo e cucinare. Ricordate che la muffa e i batteri sono sempre in agguato!
  6. Lasciare residui di sapone. Non solo le stoviglie ma anche le superfici si devono lavare con i detergenti specifici, non solo, sciacquate bene con acqua per evitare che i residui di detersivo possano andare a contatto con il cibo. Ecco come lavare bene il topo della cucina!
  7. Cibi cotti e crudi vicini. Questo capita un pò a tutti, la distrazione e la fretta di preparare le pietanze ci fa ricadere in questo errore. I cibi cotti si devono sempre distanziare da quelli crudi. Si consiglia di conservarli in contenitori chiusi, diversi e distanti tra loro. Mai lasciare a temperatura ambiente alimenti cotti a lungo per un tempo superiore ad un paio di ore. Quindi anche in frigo vige questa regola ricordate che la frutta e verdura si mettono in scomparti separati, magari avvolgeteli separatamente in sacchetti di carta, stesso discorso vale per le carni, pesce e formaggi. Solo in questo modo si evita che i batteri possano passare da un alimento all’altro. Scopri come evitare le contaminazione tra gli alimenti.
  8. Non sterilizzare correttamente i barattoli. Un errore comune che non dovrebbe mai accadere quando si preparano le conserve come verdure sott’olio o confetture. Ricordate che si può andare incontro a botulino.
  9. Trascurare la pulizia del frigo. In cucina non si deve trascurare nulla. Solo se terrete pulito il frigo potete evitare contaminazioni. Almeno una volta a settimana svuotatelo e pulite con acqua e aceto di vino bianco, evitate prodotti aggressivi che possono non solo emanare odori forti ma possono rovinare le parti interno del frigo.
  10. Scongelare gli alimenti a temperatura ambiente. Non farà altro che aumentare la carica batterica, quindi lasciateli scongelare in frigo, se non dovete cuocerli subito!
  11. Coprire le pietanze. Non si  devono mai lasciare all’aria aperta piatti cotti o crudi, per evitare che possano depositarsi insetti o microrganismi trasportati dall’aria. Quindi coprite con coperchi o piatti.
  12. Cottura veloce. Ricordate di cuocere correttamente il cibo mai servire un piatto cotto poco, soprattutto se si tratta della carne, pesce e uova. Ecco alcuni consigli su come cuocere la bistecca.

Quindi prestiamo sempre attenzione in cucina, così da garantire la massima igiene!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post