Finalmente ora sarà molto più facile conservare a lungo le cozze con questi piccoli accorgimenti

cozze
(Freepik photo)

Se avete comprato più cozze di quelle che vi occorrono, evita sprechi e segui questi trucchi per conservare le cozze a lungo.

Le cozze spesso si utilizzano in cucina per preparare un semplice piatto di spaghetti, un risotto alla pescatora per non dimenticare le cozze gratinate o l’impepata di cozze. Non sempre si ha il tempo di prepararle, si sa che le cozze vanno pulite accuratamente, prima di essere cotte. Quindi quando si rientra tardi a casa e non ci si può dedicare alla pulizia della cozze, talvolta si rinuncia e si opta ad altri piatti. Però con qualche piccola astuzia potete conservare a lungo le cozze e utilizzarle così al momento opportuno.

Ma ci sono dei piccoli consigli da seguire che vi permetteranno di conservare le cozze non solo dopo la cottura, ma anche crude forse non lo sapevi? Noi di Mammeincucina vi sveliamo i trucchi da seguire per conservare a lungo le cozze non solo cotte.

Come conservare le cozze a lungo: trucchi da seguire

Le cozze sono tra i molluschi più consumati, ma allo stesso tempo temuti da tanti. Si sa che le cozze hanno bisogna di una accurata pulizia se non si vuole andare incontro ad intossicazione alimentare.  Al momento dell’acquisto è importante accertarsi la provenienza delle cozze, basta leggere l’etichetta.

cozze
(Adobestock photo)

Quindi dopo l’acquisto le cozze vanno cotte assolutamente prima di essere consumate, mai mangiarle crude. Vi sveliamo i trucchi per poter conservare a lungo le cozze dopo la cottura e non solo.

-Pulire le cozze. La pulizia accurata è importante. Dopo aver controllato una ad una le cozze ed essere sicuri che non hanno un odore forte e sgradevole e il guscio è chiuso e non si apre appena le toccate potete procedete in questo modo. Lavate sotto acqua fredda corrente, poi le trasferite in una ciotola ampia. Con la lama di un coltello o una spugna strofinate su tutto il guscio così da eliminare eventuali incrostazioni. Step successivo è rimuovere la così detta barbetta che fuoriesce dalla valve di ciascuna cozza.

-Passate alla cottura. Dopo aver pulito le cozze, procedete in questo modo. In una padella distribuite un pò di olio e qualche spicchio di aglio e peperoncino, fate rosolare bene e 
poi aggiungete le cozze e cuocetele per 5-7 minuti, coprite con il coperchio. Poi spegnete e sgusciate le cozze, quelle che sono rimaste chiuse si devono assolutamente buttare. Dopo aver sgusciato tutte le cozze, ricordate di non buttare il succo rilasciato dalle cozze, che deve essere filtrato e tenuto da parte. In una ciotola mettete le cozze con il sugo filtrato e fate raffreddare bene.

-Conservazione. Dopo che si sono raffreddate bene le cozze, le trasferite in contenitore per congelare oppure in una busta per alimenti. Vi consigliamo di dividere in base alle porzioni che vi occorreranno, così scongelerete solo quello che vi serve. Segnate la data sul contenitore o busta e potete tenerle in freezer per un tempo massimo di 3 mesi.

Quando vi occorrono le cozze, basta tirarle dal freezer e lasciatele scongelare nel frigorifero. Se volete velocizzare non lasciatele mai a temperatura ambiente, ma con questo trucco velocizzerete. Mettete direttamente il contenitore in una ciotola con acqua fredda per un’ora.

Le cozze si possono conservare anche in frigo se non volete congelarle. In questo potete consumare dopo qualche giorno, dipende se sono cotte o crude. Ecco come procedere.

-Cozze crude. Se le cozze che avete acquistato sono fresche, mettete in un colino che posizionerete in una ciotola ampia, così perdono il loro liquido. Il trucco per conservarle bene è far respirare bene le cozze, così restano umide. Le trasferite in una ciotola ampia su cui poggerete un panno umido e posizionate nella parte bassa del frigorifero, dove la temperatura è più bassa. In questo modo potete tenerle per un paio di giorni, ma prima di cuocerle odoratele sempre.

cozze
(Pixabay photo)

-Cozze cotte. Dopo aver pulito e cotte le cozze come indicato sopra, lasciatele raffreddare e le potete conservare in frigorifero per 2 giorni. L’importante è lasciarle in un contenitore a chiusura ermetica. Ma prima di consumarle controllate l’odore e la consistenza. Se notate che la cozza è troppo molle buttate via.

Ricordate che dopo aver acquistato le cozze fresche, le dovete pulire e le potete riporre in una bacinella con acqua fresca fino al momento di utilizzarle, per un massimo di 8 ore.  Provate la nostra ricetta, la zuppa di cozze alla napoletana, gustosa e con un sapore unico, cliccate qui e scoprirete gli step per la preparazione.