CORNETTI A CASA COME QUELLI DEL BAR: la lista dei trucchi utili

CORNETTI
(Canva photo)

Che siate amanti del caffelatte, del cappuccino oppure di un semplice caffè espresso corto il rapidissimo qualcosa da mangiare vi attira sempre, soprattutto quando siamo di corsa e addentiamo quella preparazione così dolce che allieta davvero i palati di tutti: stiamo parlando dei cornetti!

Tutte noi avranno desiderato almeno una volta nella loro vita di avere un cornetto come quello del bar pronto a casa, la mattina al risveglio.

LEGGI ANCHE -> MOMENTO ESATTO PER SALARE LA PASTA, scoprilo subito!

Oggi vogliamo regalarvi questa fantastica emozione, siamo pronte a darvi tutti i suggerimenti utili per realizzare dei cornetti fatti in casa a regola d’arte, ci sono trucchi che forse ancora non conoscete per una riuscita davvero perfetta.

CORNETTI FATTI IN CASA PERFETTI

Perfetti, fatti in casa, a regola d’arte, sono i cornetti che andremo a scoprire insieme. La giusta carica per affrontare la giornata, soprattutto quella delle mamme! Scopriamo insieme le fasi corrette e i trucchi per fare dei cornetti meravigliosi e fragranti.

Preparazione cornetti
(Canva photo)

Passeremo dall’impasto da lavorare a dovere, al taglio, alla forma, alla quantità del ripieno da inserire ed infine alla fase di cottura, quella più temibile. Ecco tutti i consigli e i trucchi da mettere in pratica per andare a creare una colazione da bar, a casa vostra.

Ecco tutti i trucchi…

Per l’impasto bisogna utilizzare una farina Manitoba di tipo zero oppure una 00, se vogliamo una variante più rustica e leggera possiamo tranquillamente optare per la farina integrale. Una volta che avremmo realizzato l’impasto ricordiamoci che deve lievitare per un minimo di tre ore, fino al suo raddoppio.

Per i cornetti è possibile utilizzare esclusivamente una pasta madre oppure un lievito di birra fresco, il lievito istantaneo è purtroppo sconsigliato, bisogna avere molta pazienza ed attendere i tempi di lievitazione per un risultato davvero perfetto. Attenzione poi al taglio dei nostri cornetti. Non appena avremmo realizzato la base, e quindi steso la pasta, bisogna intagliare dei triangoli tutti uguali e arrotolarli, dopo aver messo il ripieno, oppure senza, se vogliamo farli semplici, verso la punta.

LEGGI ANCHE -> COME EVITARE LA ROTTURA DEL POLPETTONE IN COTTURA, trucco furbissimo

Di solito, i cornetti, soprattutto nella regione Lazio, e in particolar modo nella città di Roma, si mangiano così, vuoti e semplici ma, se volete potete riempirli con: un cucchiaio di crema, di marmellata, ma anche dei pezzi di cioccolato.

Attenzione a chiudere bene ogni singolo cornetto per evitare che il ripieno fuoriesca. I cornetti hanno sempre bisogno di una seconda lievitazione questa accadrà dopo che gli avremo arrotolati e sistemati su carta forno per poi infornarli. Quindi, ricordatevi di distanziarli abbastanza l’uno con l’altro così da non fargli attaccare.

CONSERVAZIONE

Vediamo ora come conservare i cornetti sia crudi che cotti. Una volta che avremo sfornato i cornetti, possiamo conservarli fuori dal frigorifero fino ad un massimo di tre giorni ma ricoperti da pellicola trasparente per alimenti. Sicuramente i nostri cornetti, se abbiamo l’intenzione di congelarli dovranno essere congelati cotti. Una volta sfornati, basta lasciarli raffreddare, sistemarli poi nei vari sacchetti per alimenti e riporli nel freezer.

cornetti
(Canva photo)

Si possono congelare anche crudi. Basta avvolgere i cornetti in un foglio di carta forno e posizionarli ovviamente in maniera singola, sacchetto per sacchetto.

LEGGI ANCHE -> PASTA SFOGLIA SCADUTA? Non buttarla, scopri cosa puoi farci

Ricordatevi di segnare sempre la data di inizio di conservazione nel congelatore su di una etichetta, in genere riescono a conservarsi fino a un massimo di tre mesi.