COME EVITARE LA ROTTURA DEL POLPETTONE IN COTTURA, trucco furbissimo

POLPETTONE
(Canva photo)

Il polpettone è sicuramente una preparazione squisita per portare a tavola un piatto unico accompagnato da verdure grigliate, patate croccanti al forno in padella, vellutate di ogni tipo, magari vicino a salse sfiziose.

La preparazione del polpettone sembrerebbe essere davvero semplice, in realtà lo è, ma si nascondono delle insidie che a volte fanno sì che durante la cottura si rompa.

Per evitare questo spiacevole inconveniente possiamo a ricorrere a delle abili astuzie, oggi vi diremo uguali. Per ottenere quindi un polpettone perfetto che non si rompe in cottura, che resta morbidissimo e succoso nella parte interna, scopriremo un trucco furbo per servirlo poi a tavola in maniera impeccabile.

LEGGI ANCHE -> FRITTURA NON UNTA: 3 regole fondamentali

POLPETTONE CHE NON SI ROMPE: svelato il trucco

Come dicevamo il polpettone rappresenta una pietanza davvero ricca di gusto, possiamo ogni volta farcirlo in maniera differente, a servirlo con contorni a scelta, ma per cucinarlo perfettamente e ottenere un risultato da vere chef dobbiamo assolutamente leggere il nostro trucco.

POLPETTONE
(Canva photo)

Grazie a questo trucco infatti eviteremo che il polpettone rischi di rompersi in cottura. Per un polpettone di base, la ricetta tradizionale, gli ingredienti da impiegare sono sicuramente, per una dose di quattro persone: 600 g di carne di manzo macinata, 3 uova, 6 cucchiai di grana padano, 6 cucchiai di latte, 3 cucchiai di pangrattato, mezzo cucchiaino di noce moscata, quanto basta sale e 90 g di scamorza affumicata o formaggio comunque a pasta filante.

LEGGI ANCHE -> POLENTA PERFETTA? Scopri il trucco dell’acqua

Dovrete semplicemente mescolare in una ciotola tutti gli ingredienti, impastarli fino ad ottenere la consistenza, comporre il vostro polpettone, posizionarlo su teglia o su stampo da plumcake e infornarlo, ma veniamo al trucco per non farlo rompere: nel momento in cui stiamo per infornare, prendiamo una teglia da forno bella capiente, rivestiamola con la carta forno, prendiamo il composto del polpettone e stendiamolo sulla carta…

Per stendere l’impasto partite dal centro e cospargete poi la carne su tutta la superficie della carta forno, riempitelo se la vostra ricetta prevede un ripieno, a questo punto basta arrotolare la carta ricomponendo la forma del polpettone, stringere bene l’estremità ed otterrete un polpettone bello chiuso, compatto e sigillato. 

LEGGI ANCHE -> MOMENTO ESATTO PER SALARE LA PASTA, scoprilo subito!

Cuocete a 180° per una mezz’oretta circa dopodiché il polpettone e sarà compatto, non rotto, cotto a puntino. Ora potete, se volete un risultato più croccante, rimuovere lo strato della carta forno e far cuocere per altri 10 minuti il polpettone nel ripiano basso del forno.