FRITTURA NON UNTA: 3 regole fondamentali

FRITTURA NON UNTA
(Canva photo)

Oggi vi regaleremo 3 regole fondamentali per garantirvi una frittura non unta, scopriamole insieme.

Finalmente sarà possibile friggere i nostri cibi preferiti senza incappare in un lago d’olio. Oggi infatti capiremo come friggere pollo, patate, pesce, dolci, senza unto!

LEGGI ANCHE -> MANGIARE PANE SENZA GONFIORE: basta sapere questo trucco

FRITTURA LEGGERA E CROCCANTE non unta

Avete letto bene, friggere senza ungere è possibile basta mettere in pratica piccoli accorgimenti, inoltre otterrete dei cibi fritti molto leggeri, ricchi di gusto, croccanti, ma al contempo non risulteranno esageratamente unti.

FRITTURA NON UNTA
(Canva photo)

Che i cibi fritti siano i più buoni in assoluto non c’è dubbio, oggi vi diremo come preparare i vostri alimenti per eccellenza, magari tutte quelle ricette che per voi sono dei cavalli di battaglia, friggendo senza unto.

Ovviamente, dobbiamo far caso all’olio che utilizziamo per le nostre fritture, ci sono oli indicati per la frittura di cibi ben precisi. Ci teniamo inoltre a precisare che l’olio nel quale andremo a friggere il cibo deve necessariamente raggiungere una temperatura minima di 170°.

Ad una temperatura minore i cibi infatti rischiano di diventare tossici, ma noi oggi vi diremo come evitare ciò. Sembrerà strano ma l’olio più indicato per friggere è proprio l’olio di oliva, riesce infatti ad arrivare ad un punto di fumo di 210°, perfetto soprattutto per fritture di pesce.

Per quanto riguarda i dolci, ad esempio ciambelle zuccherate, castagnole, bombe, l’olio di oliva si può tranquillamente sostituire con l’olio di semi di arachidi.

Ma non finisce qui. Per garantirci una cottura perfetta senza unto bisogna tener conto anche della quantità dell’olio che andremo ad utilizzare. Qualsiasi tipo di alimento infatti dovrà essere immerso completamente nell’olio, solo in questo modo i fritti risulteranno leggeri, croccanti, cotti al punto giusto.

LEGGI ANCHE -> COME RENDERE LE CALDARROSTE MORBIDE: scopri subito questo trucco infallibile

Si utilizza di solito almeno 1 l d’olio. Cercate inoltre, a prescindere dall’alimento, di considerare sempre la cottura di pochi pezzi alla volta possibilmente tra loro uniformi nelle dimensioni.