COME PULIRE LA MOKA: metodo efficace e veloce

MOKA
(Canva photo)

Pensavi di pulire la moka perfettamente? Forse qualcosa ti sfugge, oggi scoprirai tutti gli errori che devi evitare ogni qualvolta ti accingi a pulire la moka per il caffè ed inoltre un metodo infallibile per pulirla perfettamente in maniera efficace.

Ci sono diverse scuole di pensiero: c’è chi pensa che la moka va pulita con sola acqua e chi invece si presta in una meticolosa pulizia con l’aggiunta di detersivo per i piatti.

LEGGI ANCHE -> MOMENTO ESATTO PER SALARE LA PASTA, scoprilo subito!

Sta di fatto che questo utile espediente da cucina allieta il nostro risveglio ogni mattina, grazie a questo utensile possiamo godere di un buon caffè fatto in casa con l’aroma che più ci piace.

COME PULIRE LA MOKA PERFETTAMENTE

L’utilizzo della moka è infatti quotidiano, una routine che fa parte soprattutto della tradizione italiana, da non sottovalutare però è la necessità di pulirla a fondo e in maniera accurata per evitare l’annidarsi di germi e batteri.

MOKA
(Canva photo)

Grazie alla moka, possiamo ogni giorno allietare i nostri ospiti con un buon caffè, purché sia la manutenzione che la pulizia siano corrette. Maggiori accortezze faranno sì che la moka duri più a lungo, scopriamo i trucchi per pulirla a fondo.

Di sicuro, per quanto riguarda la parte esterna della moka, possiamo utilizzare della semplice acqua corrente, strofinarla bene e asciugarla con cura. Ogni tanto però è bene pulirla a fondo con una miscela di acqua e di aceto, se non gradite l’odore forte di questo dell’aceto potete utilizzare sia il limone con l’acqua che un cucchiaino di bicarbonato. Composta la miscela magica noterete subito che la moka, oltre ad essere igienizzata, risulterà bella lucida, come nuova! 

Perciò che concerne le altre componenti della moka come ad esempio il filtro, quest’ultimo va pulito sotto acqua corrente ogni qualvolta si utilizza la caffettiera, vanno rimossi tutti i residui di caffè e, di tanto in tanto è opportuno lasciarlo ammollo in acqua bollente con del succo di limone per almeno mezz’ora. Per rimuovere i residui più ostinati di caffè possiamo utilizzare tranquillamente uno stuzzicadenti.

LEGGI ANCHE -> COME CONSERVARE I FINOCCHI così da averli sempre disponibili

Poi c’è il serbatoio della caffettiera anch’esso, come anche la guarnizione, si possono pulire adeguatamente con una miscela di acqua e di aceto. Il tutto risciacquando ovviamente molto bene. Al fine di ogni pulizia a fondo è opportuno inoltre effettuare un giro a vuoto della caffettiera ovvero inserire dell’acqua senza la miscela di caffè, questo eliminerà tutti i residui di aceto, di limone o di bicarbonato. 

Quando la moka resterà inutilizzata per un lungo periodo vi consigliamo di aggiungere all’interno due cucchiaini di zucchero oppure di caffè cosicché questi assorbano gli eventuali cattivi odori che potrebbero formarsi nel tempo.

LEGGI ANCHE -> FRITTURA NON UNTA: 3 regole fondamentali

Ci raccomandiamo inoltre di asciugare ogni parte della moka molto bene, questo eviterà senz’altro la formazione di muffe. Ciò potrebbe infatti generare il rischio di usurare la caffettiera.