ALLERTA PER FETTE BISCOTTATE di un noto marchio

recall
(Adobe Stock Photo)

Allerta alimentare per fette biscottate senza glutine di un noto marchio: quali sono e come riconoscerle.

Quando si parla di colazione, le fette biscottate sono senza alcun dubbio tra gli ingredienti più usati e apprezzati. Friabili, saporite e ottime per l’inzuppo, piacciono sia ai grandi che ai piccini. Inoltre possono essere consumate sia semplici che con burro e marmellata o con altre creme spalmabili. E tutto per un risveglio dolce al punto giusto.

A complicare le cose, c’è però la possibile presenza di agenti contaminanti che possono renderle meno salubri del previsto. Un problema che si è verificato da poco per delle fette di un noto marchio, richiamate perché potenzialmente dannose per la salute. Scopriamo insieme di quali si tratta.

LEGGI ANCHE -> ALLERTA ALIMENTARE grave per prodotto di TIGER: cosa si rischia

Allerta per fette biscottate: ecco quali sono e come comportarsi

FETTE BISCOTTATE
(Adobe Stock Photo)

L’annuncio del richiamo, questa volta, arriva dal sito della Coop che ha ritirato dal mercato due lotti di fette biscottate Benesì. A seguire tutte le informazioni che è importante conoscere.

  • Nome del prodotto: Fette biscottate senza glutine Benesì Coop 250 g
  • Numeri di lotto: 1077 con scadenza il 18/11/2021 e 1082 con scadenza il 23/11/2021
  • Motivo del richiamo: presenza di ossidi di etilene sopra il limite di legge in uno degli ingredienti

Sul sito della Coop viene specificato che il prodotto è già stato ritirato dal mercato. Per chi lo avesse acquistato prima, il consiglio è quello di non utilizzarlo e di riportarlo presso il punto vendita al fine di ottenere un rimborso.

E qualora si fossero già mangiate le fette? In tal caso è consigliabile informare il medico curante dell’accaduto e del richiamo inerente.

Perché è pericoloso mangiare le fette biscottate con presenza di ossido di etilene

RECALL
(Adobe Stock Photo)

Come già accennato, le fette biscottate senza glutine Benesì, sono state ritirate per la presenza di ossido di etilene sopra la norma. Si tratta di un pesticida potente impiegato nell’industria alimentare al fine di evitare la formazione di muffe e la presenza di insetti.

LEGGI ANCHE -> ALLERTA ALIMENTARE: richiamato prodotto gastronomico

Se ad alte dosi, l’ossido di etilene risulta essere però cancerogeno e potenzialmente dannoso per i reni. Per questo motivo, quando i livelli riscontrati in un prodotto superano quelli stabiliti per legge, questo viene immediatamente ritirato con annessa allerta alimentare.

Restare sempre aggiornati sulle varie allerte è un buon modo per prendersi cura della propria famiglia e per portare in tavola solo prodotti di qualità ed esenti da contaminazioni o ingredienti pericolosi.