Il trucco per pulire gli asparagi: minimo scarto e massima velocità

asparagi
Foto da Pixabay

Scopri la mossa segreta usata dai migliori chef per pulire gli asparagi alla velocità della luce e scartando quanto meno prodotto possibile.

Sono l’ortaggio simbolo della primavera, una base perfetta per risotti, frittate ma anche accompagnamento dolce e delicato di carne e pesce.

Prima però di procedere nella realizzazione di un impeccabile frittata di asparagi selvatici cotta in forno o di una lasagna di asparagi, c’è uno step alquanto noioso che dobbiamo obbligatoriamente affrontare: pulire gli asparagi.

Lavarli, privarli delle parti più coriacee, sono tutti step che portano via tempo e, spesso, anche buona parte del prodotto. Ma esiste un modo per velocizzare e rendere più praticabile questo inevitabile step? A quanto paresi e noi stiamo per svelarvelo.

Il trucco per pulire gli asparagi

pulire asparagi
Foto da Pixabay

Sarà in primis bene ricordare che, per una corretta pulizia, gli asparagi vanno innanzitutto osservati con cura.

Nel caso di un asparago grande, turgido e sodo sarà infatti indispensabile armarsi di peltate ed eliminare la parte esterna che, altrimenti, risulterebbe estremamente ostica al palato. Gli asparagi più piccoli invece sono, per loro natura, anche più teneri, e si potranno mangiare anche crudi o, comunque, eliminando la sola base.

Già, l’eliminazione della base. Proprio questo passaggio che caratterizza la pulizia di qualsiasi asparago può esser non solo velocizzato ma anche reso più efficiente.

Qui arriva infatti il nostro trucco. Spesso, quando si toglie la base dell’asparago, si tende a tagliare troppo o troppo poco: nel primo caso viene sprecato molto prodotto, nel secondo si andrà a rovinare la degustazione, portando in tavola parti troppo dure e fibrose per esser mangiate.

Come garantirsi allora di eliminare solo l’indispensabile ma completamente? Il trucco consiste nell’afferrar l’asparago per le sue estremità e fletterlo: lì dove andrà a spezzarsi naturalmente sarà il punto giusto in cui tagliare, quello dove si incontra parte tenera e parte coriacea.

Fatto ciò si potrà, se necessario, togliere la pelle, lavare con cura e passare alla cottura degli asparagi, realizzando così i piatti che più ci ingolosiscono in modo impeccabile e carico di gusto. Sprechi annullati e pulizia super velocizzata: provare per credere!