Scopri come realizzare una panatura light per carne, pesce e verdure

Scopri come realizzare una panatura light
(Adobestock photo)

Voglia di una panatura leggera e gustosa allo stesso tempo? Ecco come realizzare una panatura impeccabile, rigorosamente senza uova, per dar vita a diversi piatti di carne, pesce e verdure. Scopriamo insieme come prepararla.

Impanare è da sempre un metodo di preparazione gustoso e utile a rendere molto più invitanti le nostre pietanze. Il cibo impanato a un sapore più croccante, magari speziato, decisamente più ricco. L’impanatura vera e propria richiede un pochino di tempo e diversi ingredienti, oltre ad essere molto sostanziosa. Oggi scopriremo come poter realizzare una panatura invitante ma decisamente più leggera. 

Panare sì, ma con leggerezza!

La panatura tradizionale richiede l’impiego di uova, pangrattato, farina di vari tipi, e grassi a scelta come ad esempio olio extravergine d’oliva in abbondanza, ma volte anche del burro da lasciar sciogliere nella pentola.

panatura
(Golosamente photo)

La parte grassa è forse la componente, anzi sicuramente, che rende l’alimento più prelibato ma esistono delle varianti comunque deliziose. Soprattutto per chi sta seguendo una dieta per perdere qualche chilo di troppo una panatura tradizionale significherebbe senz’altro un aumento indicativo rispetto alle calorie giornaliere ecco perché oggi vogliamo proporvi dei tipi panature per la carne, per il pesce e per le verdure light, a prova di dieta!

Paniamo il pesce a prova di dieta!

Per il pesce possiamo semplicemente prendere la nostra fetta o il filetto, immergerla nell’olio se vogliamo farlo fritto, ma per una pastella più leggera prima della cottura basteranno soltanto acqua e farina, niente uova. Per la versione panata, sia del pesce che della cottura, light, dopo aver passato il nostro trancio di pesce in acqua frizzante e farina di riso possiamo tranquillamente infornarlo a 200° fino a doratura oppure, come dicevamo, friggere.

Passiamo alla carne

Lo vogliamo preparare della carne panata possiamo farlo tranquillamente senza uova: basta mettere un filo d’olio sono ciascuna fettina di carne e massaggiarla in maniera omogenea. Ora passiamo ogni fettina su del pangrattato di mais, possiamo utilizzare anche quello di riso oppure del semplice semolino. Cuociamo le nostre fettine nel forno a 200° fino a che non risulteranno ben dorate. Possiamo sicuramente impreziosire il nostro pangrattato più leggero con spezie ed erbe aromatiche a piacere come sale, prezzemolo, paprika, pepe ecc…

fettina panata
Foto da Pixabay

Verdure panate light, da scoprire!

Anche per le verdure panate e possiamo utilizzare acqua frizzante e farina di riso come per il pesce. Per le zucchine, le melanzane o qualsiasi altro tipo di ortaggio basta tagliarlo a fettine molto molto sottili. Possiamo anche farle arrostire su griglia oppure farle cuocere in forno per un quarto d’ora circa a 180°, oppure ovviamente friggerle. 

stick di zucchine
(Adobestock photo)

Altri consigli per sostituire il pangrattato tradizionale, quello di mais, quello di riso e il semolino? Molto semplice, tutta la frutta secca tagliata grossolanamente può fare da panatura, moltissimi tipi di cereali come i tradizionali sempre sminuzzati, e semplicemente delle fette biscottate integrali classiche, triturate.