L’illuminazione a LED ci fa davvero risparmiare? Ecco la verità

L’illuminazione a LED ci fa davvero risparmiare? Se sì, di quanto? E, soprattutto, perché? Queste sono domande che tutti si sono posti. Ecco le risposte.

L’illuminazione a LED quanto ci fa risparmiare in bolletta? Se lo chiedono tantissime persone, soprattutto alla luce del fatto che la luce può arrivare ad incidere anche del 20% sui consumi.

LED risparmiare
Canva Photo

Partiamo subito specificando cos’è l’illuminazione a LED e come funzionano questo tipo di lampade.

Queste funzionano grazie ad un diodo che emette luce ogni volta che è attraversato da corrente elettrica. Il fenomeno che permette che ciò avvenga si chiama elettroluminescenza. Da qui il nome LED, cioè Light Emitting Diode, quindi diodo a emissione luminosa.

La prima cosa che notiamo subito è che le lampadine a LED non si riscaldano quando sono accese. Questo significa che non sprecano energia.

Esistono comunque tantissimi tipi di LED, quindi per scegliere quello giusto bisogna considerare anche dove sarà installato.

Ad esempio, nel soggiorno è preferibile usare una luce calda, quindi intorno ai 3.000K, mentre negli uffici sarebbe preferibile una luca fredda, quindi sui sui 4.000K e ancora negli studi medici sarebbe meglio una luce quanto più simile a quella naturale, che si aggira quindi intorno ai 6.500K.

L’altro dato da considerare è anche la potenza luminosa della lampadine a LED, che è espressa in Lumen.

Detto ciò, possiamo davvero risparmiare utilizzando le lampadine a LED? Ecco tutta la verità.

L’illuminazione a LED ci fa risparmiare?

Possiamo davvero risparmiare utilizzando le lampadine a LED? Certo che sì e non solo, perché possiamo anche aumentare l’efficienza e ridurre le emissioni.

LED risparmiare
Canva Photo

Perché accade ciò? Perché le lampade a LED consumano meno e durano molto di più rispetto a quelle a incandescenza.

In sostanza, queste ci permettono di risparmiare circa il 95% a confronto con le lampadine a incandescenza, del 90% rispetto alle lampade alogene e del 60% rispetto alle lampadine fluorescenti.

Inoltre possono durare anche anche 22 anni (equivalenti a 25 lampadine a incandescenza), quindi potrai utilizzarle anche più a lungo, riducendo gli sprechi.

Facciamo un esempio numerico. Le lampadine a LED rispetto a quelle alogene di potenza media, ci fanno risparmiare circa 115 euro durante l’intero corso della loro “vita”.

Questo perché, come abbiamo già accennato, emettono foto da diodi alimentati da un circuito elettronico ed in questo modo non si surriscaldano anche quando sono accese da tempo. Così l’energia non viene sprecata.

Il consumo delle luci a LED, in sostanza, è compreso tra i 3 e gli 22 Watt all’ora in genere. E consideriamo che una lampadina LED da 11 Watt può generare la stessa luce di una lampadina tradizionale da 110 – 120 Watt.

Per comprendere ancora meglio, dobbiamo specificare che la luce LED consuma circa 500 kW per 500 ore di luminosità, mentre una a risparmio energetico consuma 1.140 W per le stesse ore di luminosità.

In sostanza, una solo lampadina a LED potrebbe illuminare anche un’intera abitazione e quindi una sola potrebbe sostituire tutte quelle a incandescenza presenti e questo già ci fa capire quanto potenzialmente potremmo risparmiare.

Inoltre, a proposito di risparmio, ecco alcuni semplici trucchi per spendere meno per la spesa.

In ogni caso, adesso sappiamo quanto l’illuminazione a LED può essere aiutarci a risparmiare in bolletta.