Il ferro da stiro costa più di quanto pensi: ecco come risparmiare

Il ferro da stiro in realtà costa più di quanto immaginiamo ma, con qualche accorgimento, possiamo risparmiare stirando. Ecco come.

Gli elettrodomestici costano e non poco, questo ormai è più che chiaro per tutti. Negli ultimi mesi, con il caro prezzi dell’energia, potremmo vedere un aumento dei costi in bolletta incredibile.

ferro da stiro risparmiare
Canva Photo

Questo ovviamente costituisce un problema serio: ci troviamo davanti ad una crisi economica incredibile e quindi “sprecare” denaro appare più che mai una pessima idea.

Dopo la crisi post pandemia, ci ha pensato la guerra in Ucraina ad aprire ancora di più la crepa che già c’era nell’economia italiana e non solo e così oggi ci troviamo davanti agli occhi uno scenario che non è affatto idilliaco, anzi il contrario.

L’inflazione è arrivata alle stelle, i prezzi di energia, carburante, materie prime stanno lievitando e neanche i Bonus che il Governo sta cercando di introdurre per andare incontro alla popolazione sembrano essere d’aiuto più di tanto.

Cosa possiamo fare noi nel nostro piccolo per ovviare a questo enorme problema? Possiamo trovare delle piccole soluzioni quotidiane per risparmiare almeno su qualcosa.

Ad esempio, il ferro da stiro costa più di quanto pensiamo, quindi ecco come possiamo risparmiare utilizzandolo.

Ecco come usare il ferro da stiro per risparmiare

La prima domanda a cui vogliamo trovare una risposta è: quanto consuma un ferro da stiro?

ferro da stiro risparmiare
Canva Photo

Diciamo subito che non esiste risposta univoca a questa domanda, ma tutto dipende dalla tipologia di apparecchio.

Ad esempio, quelli compatti – cioè quelli che possiedono un serbatoio interno e la cui piastra viene riscaldata da una serpentina elettrica – permettono di stirare dalle tre alle sei camicie in un’ora, in base alla loro potenza.

Considerando un costo medio dell’energia elettrica di circa 0,25 €/kWh, possiamo affermare che un ferro da stiro compatto da 2000 Watt consuma circa 0,50 € l’ora, mentre uno da 2400-2600 Watt consuma circa 0,65 € l’ora.

Passiamo invece al ferro da stiro con caldaia, che generalmente è più grande degli altri, ma permette di stirare più capi.

Quando consuma? Dipende. Nel senso che uno da da 1800 W riesce a stirare fino a 6 camicie in un’ora e consuma circa 0,45 € l’ora, mentre uno da 2400 W può stirare anche dalle 7 alle 12 camicie l’ora, e consuma da 0,5 a 0,6 € l’ora.

Infine, esiste il ferro da stiro generatori di vapore, che si basano sullo stesso principio dei primi. La differenza sta nel fatto che questi hanno un serbatoio separato di grandi dimensioni da cui l’acqua viene pompata al ferro.

In genere quelli di fascia medio – bassa permettono di stirare 4 – 6 camicie in un’ora, con un consumo medio di circa 0,5 € l’ora. Mentre quelli da 2400 W, in base alla sua qualità, permette di stirare 7 – 12 camicie all’ora, con un consumo che va da 0,5 a 0,6 € l’ora.

Detto ciò, sembra chiaro che il costo del ferro da stiro non è basso, quindi come risparmiare stirando? Esistono diverse soluzioni.

Ad esempio, potremmo iniziare a stirare solo quando abbiamo accumulato molti capi, così consumeremo tutta l’acqua che riscaldiamo.

Ovviamente anche la scelta del ferro da stiro incide, quindi dovremmo sceglierne uno adatto alle nostre esigenze, così da evitare sprechi. Inoltre di sicuro quelli nuovi sono più efficienti ed in ogni caso anche eseguire un’accurata manutenzione del ferro da stiro, fa in modo che non si accumuli calcare.

Anche quando acquistiamo i capi possiamo prediligere quelli che hanno meno bisogno di essere stirati.

Anche stenderli in modo tale che non si formino troppe pieghe può tornarci utile, perché in questo modo non dovremo proprio stirarli. Oppure anche inumidire il bucato prima di iniziare a stirare, può aiutarci a velocizzare l’eliminazione delle pieghe

Un altro trucco? Ridurre i giri in centrifuga: in questo modo i nostri vestiti richiederanno leggermente più tempo per asciugarsi, ma poi risulteranno meno sgualciti.

Un altro segreto per risparmiare quando usiamo il ferro da stiro è evitare di lasciarlo acceso per ore ed ore. Se ne hai uno con caldaia, basta aspettare semplicemente che l’acqua si scaldi e poi puoi iniziare immediatamente ad usarlo.

Un’altra cosa che può tornarci utile è stirare prima i vestiti che hanno bisogno di temperature più basse, perché man mano con l’utilizzo il ferro si riscalderà. Possiamo poi a quel punto staccarlo quando mancano pochi capi, perché tanto ormai il calore sarà sufficiente a terminare la stiratura.

E ancora, se hai una tariffa bioraria, potresti pensare di stirare sempre la sera oppure nel fine settimana, così da risparmiare.

Se poi vuoi sapere anche come risparmiare sulla spesa, ecco qualche consiglio che ti potrebbe tornare utile.

In ogni caso, adesso è chiaro che con qualche accorgimento possiamo risparmiare anche sull’utilizzo del ferro da stiro.