Se avverti questi sintomi, potresti avere una carenza di questa vitamina

Se hai alcuni sintomi particolari, attenzione: potresti avere una carenza di una vitamina fondamentale per il funzionamento del tuo organismo. Ecco quale.

Se hai avvertito alcuni sintomi come problemi alla vista, gastrointestinali, mal di testa e tanti altri, potresti avere una carenza vitaminica.

sintomi carenza vitamina
Canva Photo

Lo hanno dimostrato tantissimi studi e tutti questi sintomi conducono ad una carenza della stessa vitamina, la B12.

Questa è utile in alcuni processi come la sintesi del DNA, la produzione di energia e la funzione del sistema nervoso centrale.

Sappiamo che si trova in alcuni alimenti, ma nonostante ciò potremmo avere una carenza. Sappiamo infatti che circa il 20% delle persone di età superiore ai 60 anni non hanno dosi sufficienti di questa vitamina nel loro organismo.

Come mai accade ciò? Perché la capacità di assorbire questa vitamina dal cibo diminuisce con l’età.

Precisiamo però che tutti possono sviluppare una carenza, a tutte le età, a prescindere dal sesso. Questo può essere riconducibile a diverse cause, come una dieta non equilibrata, al malassorbimento, a determinate condizioni mediche o all’uso di farmaci che riducono la vitamina B12.

In ogni caso, se dovessi avere uno – oppure più di uno – di questi sintomi sappi che potresti soffrire di carenza di vitamina B12 e dovresti subito correre ai ripari. Ecco a quali dovresti prestare maggiore attenzione.

Occhio a questi sintomi che indicano carenza di vitamina B12

Il primo sintomo a cui dovresti prestare particolare attenzione è la fatica. Questo accade perché una carenza di vitamina può ridurre la normale produzione di globuli rossi e questo può farti sentire più affaticato del solito.

sintomi carenza vitamina
Canva Photo

Secondo diversi studi, la carenza di questa vitamina può causare anemia megaloblastica, che comporta la formazione di globuli rossi grandi, anormali e immaturi e alla ridotta sintesi del DNA.

Un altro sintomi a cui prestare attenzione è la pelle pallida oppure giallastra. Secondo le ricerche, questo indica carenza di ferro, correlata a sua volta alla mancanza della giusta quantità di B12.

Addirittura questa può portare ad una particolare condizione chiamata ittero, che fa assumere alla pelle e al bianco degli occhi un colore giallastro. In questo caso il colore è dovuto agli elevati livelli di bilirubina, un prodotto di scarto creato quando il corpo scompone i globuli rossi.

Un altro sintomo che può indicare carenza di Vitamina B12 è mal di testa e questo è tra i più comuni in assoluto.

Spesso poi un altro sintomo comune correlato alla carenza di questa vitamina sono i problemi gastrointestinali, che includono diarrea, nausea, stitichezza, gonfiore, gas e altri sintomi gastrointestinali.

E ancora, stai attento se noti una difficoltà di concentrazione, perché la B12 ha un impatto negativo sul sistema nervoso centrale.

Abbiamo già accennato che questa carenza in genere peggiora con l’età, quindi questo comporta che gli anziani sono i soggetti più colpiti anche da problemi neurologici.

Un altro sintomo è la glossite, un termine medico che si riferisce a una lingua infiammata, arrossata e dolorante, spesso associata anche alla stomatite, caratterizzata da piaghe e infiammazioni in bocca.

Anche la parestesia – la sensazione di bruciore oppure formicolio in alcune aree del corpo, come mani e piedi – può essere dovuta alla carenza di vitamina B12.

Questo sintomo spesso si aggiunge ad altri derivanti da neuropatia diabetica. Questo accade perché i danni ai nervi causati da glicemia alta che può causare dolore e intorpidimento alle estremità.

Spesso accade anche che la carenza viene erroneamente diagnosticata come neuropatia periferica nelle persone con diabete. Questo perché le persone che hanno questa patologia  e che assumono metformina hanno un rischio maggiore di sviluppare carenza di vitamina B12.

Un altro sintomo correlato alla carenza di Vitamina B12 è il disturbo della vista e delle palpebre.

Spesso possono comparire anche disturbi come la miochimia palpebrale (detta anche blefarospasmo). Trattasi di una condizione non troppo diffusa, che porta chi ne soffre a sbattere le palpebre oppure comunque le fa contrarre in modo involontario.

Non sempre però si arriva a patologie così estreme: a volte porta anche solo a spasmi muscolari intorno all’occhio involontari, che in genere iniziano a vibrare in modo incontrollabile.

Infine, non possiamo non menzionare tra i sintomi correlati alla carenza di Vitamina B12, anche i crampi muscolari (oppure comunque la debolezza muscolare), perché questa ha un impatto negativo sulla funzione motoria e nervosa, oppure l’atassia, cioè alterazione dell’equilibrio e della coordinazione, che può rendere difficile anche solo camminare.

Se poi dovresti avvertire dei crampi al pollice, stai particolarmente attento, perché questo potrebbe essere indice di una malattia davvero grave.

In ogni caso, se dovessi avvertire uno qualsiasi di questi sintomi, contatta sempre il tuo medico curante per capire quale sia la loro causa e non arrivare a conclusioni affrettate da solo.