Come consumare in tutta sicurezza le verdure surgelate, basta stare attente a un batterio!

Se anche tu sei abituata a consumare le verdure surgelate, ecco cosa devi sapere! Devi prestare attenzione ad un batterio.

Tutti i consumatori devono essere a conoscenza di alcuni rischi che possono incorrere quando si consumano, preparano o conservano alcuni cibi. Per un certo periodo di tempo non si è fatto altro che parlare di un batterio rilevato in alcune verdure surgelate.

verdure surgelate batterio
(adobe stock photo)

In passato diversi lotti di produzione sono stati contaminati da un batterio, in base alla concentrazione presente potrebbe essere un vero e proprio rischio per la salute dell’uomo. Scopriamo di cosa si tratta così da oggi sappiamo come tutelarci da verdure surgelate!

Consumare in tutta sicurezza le verdure surgelate: occhio al batterio Listeria

Giornalmente si effettuano delle analisi su prodotti alimentari e non, al fine di tutelare il consumatore finale. Ci sono casi in cui alcuni controlli vanno a buon fine, altre volte invece sarà necessario ritirare dal mercato direttamente il prodotti.

conservare cibi freezer
(Adobe Stock photo)

In passato molti Paesi dell’Europa sono stati messi in allerta a causa di un batterio, il Listeria, presente in diversi prodotti surgelati di verdure. Addirittura in Italia hanno ritirato una serie di minestroni con il marchio Findus e Freshona, prodotto per la catena di discount Lidl.

Cerchiamo di capire perché bisogna prestare attenzione a questo batterio. Per restare sempre aggiornati e consumare in tutta sicurezza i prodotti alimentari si può sempre consultare il portale salute.gov.it.

Purtroppo accade spesso che per sospetto di rischio biologico, fisico, si decide di ritirare dal mercato un determinato prodotto alimentare, un lotto in particolare. Le segnalazione avvengono anche dai consumatori. In passato in alcune verdure surgelate era presente il batterio Listeria, questo batterio è resistente alle basse temperature e provoca tossinfezioni alimentar, per questo motivo bisogna garantire la giusta cottura delle verdure surgelate.

Cerchiamo di capire cosa provoca il batterio Listeria monocytogenes. Si tratta di un batterio responsabile della listeriosi, non solo è un batterio ubiquitario, sai cosa significa?

Un batterio che vive dappertutto, non solo nell’acqua, ma anche nel suolo e nella vegetazione, quindi potrebbe contaminare diversi alimenti dalla verdura al latte, carne. Quando si va incontro ad un’intossicazione da Listeria, la peggio l’avranno le perone che hanno patologie, che sono debilitati, immunodepressi e le donne gravide.

I sintomi possono essere diversi come: febbre, gastroenterite, forme setticemiche, meningiti o aborto.  Questo batterio non solo resiste alle basse temperature e all’essiccamento, ma anche ad una temperatura di refrigerazione 4°C. La buona notizia è che la Listeria si inattiva quando alla temperatura di 65°.

verdure surgelate batterio
(adobe stock photo)

Per proteggersi dalla Listeria è importante seguire delle regole di buona prassi igienica. Il piano da lavoro, gli utensili e le mani devono essere pulite. Non solo anche dopo aver preparato la verdura. Non solo la verdure cruda che stai per preparare deve essere sempre distante da cibi cotti. Presta attenzione anche quando lavi l’insalata! Stesso discorso vale quando vai a conservare in frigo le verdure crude, sempre ben isolate dal restante cibo, magari puoi utilizzare dei contenitori.

Non solo se utilizzi le verdure surgelate, ricordati che devi sempre leggere le indicazioni riportati sulla confezione, ti diranno come cuocere la verdura prima del consumo.