Hai sempre lavato l’insalata nel modo sbagliato! Ecco come ridurre la carica microbica

La carica microbica dell’insalata si può ridurre facilmente, basta seguire qualche piccolo trucco e così potrai mangiarla in tutta sicurezza.

La fretta, la distrazione potrebbe indurci a commettere errori, per questo motivo, oggi vogliamo spiegarti come lavare l’insalata nel modo giusto così da ridurre la carica microbica. L’insalata è tra le verdure protagoniste in tavola, si può servire come contorno per accompagnare secondi piatti come carne, pesce, uova.

carica microbica insalata
(Canva photo)

Il più delle volte si preparano secondi piatti come insalata mista con pollo e uova sode. Proprio per questo motivo vogliamo lasciarti qualche piccolo consiglio su come lavare l’insalata correttamente così da essere sicuri di aver eliminato la carica microbica.

Come ridurre la carica microbica dell’insalata

Quando si manipolano in cucina le verdure bisogna sempre prestare attenzione, così da evitare di andare incontro a spiacevoli sorprese. Oggi concentriamo l’attenzione sull’insalata.

carica microbica insalata
(Canva photo)

La sicurezza è importante, purtroppo la scarsa igiene potrebbe determinare dei rischi alimentari, in particolar modo di Escherichia coli, Salmonella e Listeria monocytogenes. Un po’ tutte noi siamo abituate a lavare semplicemente e velocemente le foglie di insalata sotto acqua corrente fredda. Però è stato condotto uno studio dai ricercatori dell’Università di Teramo, lo studio poi è stato pubblicato su Journal of Food Safety.

I ricercatori hanno lavato delle foglie di insalata con la sola acqua del rubinetto, mentre altre con ipoclorito di sodio, come l’Amuchina, bicarbonato di sodio e olio essenziale di cannella. Il professore di Microbiologia alimentare Antonello Paparella e responsabile dello studio ha detto che lo scopro era di eliminare la Salmonella dalla lattuga.

Non solo, ma lo stesso professore voleva anche essere certo che se rimanesse del residuo di sanificante sulle foglie non potesse avvenire la ricontaminazione da parte dello stesso microrganismo. Magari il residuo potesse contaminare le superfici o eventuali utensili.

Dallo studio è emerso quanto segue. Il lavaggio delle foglie con la sola acqua riduce in maniera significativa la quantità di microrganismi presenti sulle foglie di lattuga. L’aggiunta dell’ipoclorito di sodio, bicarbonato di sodio e olio essenziale di cannella nell’acqua sono state utili ad abbattere la contaminazione. Per le fragole, invece dei fare così per non incorrere rischi per la salute.

Delle tre sostanze solo due hanno impedito la successiva ricontaminazione delle foglie da parte della Salmonella, ecco quali: l’ipoclorito di sodio e l’olio essenziale di cannella. Non solo, ma è importante sapere che l’aggiunta all’acqua di queste due sostanze non va ad alterare il sapore, colore e consistenza.

Non si consiglia quindi di utilizzare il bicarbonato, se si vuole stare più sicure e tranquille! Quindi da oggi sai come fare per ridurre la carica microbica dall’insalata.