Modifiche nel Bonus Sociale: ecco chi può richiederlo oggi

Il Bonus Sociale ha subito diverse modifiche e ad oggi sappiamo che il Governo ha deciso di ampliare la platea di beneficiari. Ecco chi può richiederlo oggi.

Stiamo assistendo a continui rincari del prezzo di luce e gas. Ogni 3 mesi l’Arera – Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente – aggiorna, sulla base dei costi le tariffe, di elettricità e gas per i piccoli consumatori.

Bonus Sociale
Canva Photo

Si tratta in sostanza di famiglie, ma anche di piccolissime imprese (come i negozi) che non hanno ancora preferito il mercato libero e che quindi sono ancora legati alle bollette classiche del settore a maggior tutela.

L’ultimo aggiornamento che abbiamo risale al 1 aprile e, secondo le stime indicative elaborate dagli analisti di Nomisma Energia, l’aumento dei prezzi della corrente elettrica sarebbe stato del 20%.

Ecco perché, a partire da quella data, abbiamo visto dei cambiamenti nel Bonus Sociale, stabiliti dal Governo proprio per far fronte a questi aumenti spropositati delle bollette.

Parliamo del famoso sconto sulla bolletta, previsto dal Governo e reso operativo proprio dall’Arera, per assicurare un risparmio sulla spesa dell’energia alle famiglie in condizione di disagio economico e fisico.

Adesso, però, sappiamo che alcune condizioni stabilite all’inizio sono cambiate. Ecco quali modifiche sono state apportate al Bonus Sociale.

Bonus Sociale: ecco cosa cambia dopo le modifiche introdotte dal Governo

Come abbiamo già anticipato, il Governo ha deciso di ampliare la platea di beneficiari del Bonus Sociale.

Bonus Sociale
Canva Photo

Ad oggi è cambiato innanzitutto l’ISEE massimo per potervi accedere: da 8.265 euro è passato a 12mila euro all’anno. E non finisce qui, perché chi ha almeno 4 figli ha diritto all’agevolazione anche se ha un reddito di 20.000 euro.

Ecco che le famiglie che potranno beneficiarne, solo con questo cambiamento, sono passate da essere 4 milioni ad essere 5,2 milioni.

Ma come si ottiene il Bonus Sociale? Non occorre presentare domanda. Chi ha i requisiti avrà uno sconto in bolletta in automatico.

L’unica cosa che i beneficiari dovranno fare rigorosamente ogni anno è presentare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu) ogni anno e ottenere un’attestazione di Isee entro la soglia di accesso ai bonus, oppure risultare titolari di Reddito o Pensione di cittadinanza.

Per farlo, basta accedere al portale MyINPS e usare il servizio per l’Isee precompilato, oppure richiedere supporto ad un Caf.

Chi decide chi ha i parametri per accedere al Bonus Sociale? L’INPS, che comunicherà i dati all’Acquirente Unico (che collabora con Arera) e comunicherà la lista dei beneficiare a tutte le società che erano energia elettrica.

A quanto ammonta il Bonus? Dipende da quante persone compongono una famiglia.

Fino a 30 giugno la situazione per quanto riguarda l’energia elettrica sarà questa: i nuclei familiari composti da massimo 2 persone avranno un sconto di 141,05, quelli composti da 3 – 4 famiglie di 170,17, mentre quelli da 5 componenti in poi di 199,29 euro.

Per quanto riguarda il gas, invece, il discorso è leggermente diverso. Dobbiamo però specificare che l’importo può variare periodicamente a seconda di vari fattori, tra cui categoria d’uso associata alla fornitura dl gas, zona climatica e comunque sempre numero di componenti del nucleo familiare. In ogni caso l’Arera provvederà a determinare le cifre precise.

Sappiamo che di recente, inoltre, è stato introdotto anche il Bonus Sport ed ecco a quanto ammonta e chi può riceverlo.

In ogni caso, sappiamo che la situazione appena descritta resterà in vigore almeno fino al 31 dicembre.