Come SGRASSARE LA CUCINA IN 10 MINUTI i TRUCCHI che ti salveranno

Pulire piastrelle
(Adobestock photo)

Solo con questi trucchi riuscirete a sgrassare la cucina in pochissimi minuti, non riuscirete a credere ai vostri occhi. Scopriamoli.

Grasso in cucina che ti tormenta e non sai come rimuoverlo? Beh non preoccuparti capita a tutte noi mamma, succede quando si frigge e si preparano le classiche pietanze come patatine fritte, cotolette ma anche una semplice frittata. Purtroppo la frittura o anche il semplici soffriggere determina schizzi dappertutto sul piano da lavoro, piastrelle e top da cucina.

Ecco alcune piccole astuzie da seguire che vi aiuteranno a rimuovere il grasso anche quello più ostinato in soli 10 minuti.

LEGGI ANCHE->Test personalità: dimmi quanto tempo impieghi per APPARECCHIARE LA TAVOLA e ti dirò chi sei

SGRASSARE LA CUCINA IN 10 MINUTI: ecco i trucchi

Non solo il grasso può sporcare la vostra cucina, ma non dimentichiamo l‘acqua che fuoriesce dalla pentola durante la cottura della pasta o mentre sbollentate le verdure. Non solo anche il cibo che cade dalla padella mentre si assaggia o semplicemente si manteca, talvolta rimane adesa al piano da lavoro o cottura. Per non parlare di schizzi su piastrelle. Si a che se non va tolto subito il grasso e gli avanzi di cibo, altrimenti sarà molto più difficile rimuoverlo con facilità e in pochissimo tempo.

Pulire piastrelle
(Adobestock photo)

Per non parlare della cappa che assorbe i profumi ma si ingrassa facilmente, ecco come procedere per poter sgrassare il tutto senza difficoltà. Ecco di cosa avete bisogno:

  • Succo di limone
  • Aceto di vino bianco
  • Bicarbonato

Il trucco per pulire il piano di cottura sporco è di rimuovere eventuali residui di cibo con carta assorbente da cucina. Poi preparate una miscela di bicarbonato e pochissima acqua, dovrete ottenere un composto cremoso, distribuite sopra il piano e pulire con panno morbido. Anche il succo di limone è efficace grazie all’azione astringente, questo ingrediente è uno sgrassante naturale. Basta ricavare il succo da due limoni e miscelate in un litro d’acqua calda, che farete bollire in pentola. Immergete la spugna e pulite bene più volete, poi risciacquate. Nel caso del piano cottura ad induzione ecco come procedere.

Le piastrelle invece trattatele con l’aceto di vino bianco, diluitelo in acqua bollente occorrono circa 125 ml di aceto e 60 ml di acqua, immergete la spugna e pulite più volte sulle piastrelle. Per facilitare la pulizia il vostro alleato sarà lo spazzolino, rimuoverà anche lo sporco tra le linee di fuga. Basterà immergere lo spazzolino e strofinate sulle piastrelle poi risciacquiate con acqua.

La cappa invece si potrà sgrassare in questo modo, così gli odori e il grasso andranno via, lavate con acqua un pò di aceto che andrà a rimuovere il grasso. Pulite ogni lato della cappa. Procedete al risciacquo e asciugate per bene.

Il top da lavoro in acciaio invece deve essere pulito dopo aver rimosso eventuale grasso e olio con della carta assorbente da cucina e poi con una miscela di acqua calda e aceto, pulite con un panno morbido, noterete non solo che sarà pulito ma anche brillante. Nel caso di piano da lavoro laminato che è più delicato va pulito con acqua e alcool o detergenti delicati adatti a questo materiale. Inoltre fate attenzione a non causare i graffi.

LEGGI ANCHE->BENEDETTA ROSSI: come ORDINARE CASA prima delle vacanze estive

Ricordate che se non rimuovete subito lo sporco non solo impiegherete molto tempo quando decidete di pulire ma si possono determinare contaminazioni da microrganismi. Quindi pulizia e igienizzazione non deve mai mancare in cucina!