Sicura di pulire bene la caffettiera? Fai attenzione a questi errori!

Febbraio 8, 2021Denis Carito
pulire bene la caffettiera

Moltissime sono le credenze secondo le quali andrebbe o meno lavata la caffettiera. Oggi scopriremo insieme alcuni degli errori che commettiamo nel lavaggio della caffettiera in tutte le sue componenti. Scoprirete sicuramente delle cose che non sapevate.

È come se ci fossero diverse scuole di pensiero, c’è chi sostiene che la caffettiera deve essere lavata poiché sinonimo di igiene tanto quanto una semplice pentola, e chi, credendo di preservarne l’efficacia, non la lava.

Moka: se sì, ecco come lavarla

Possiamo dirvi innanzitutto che il caffè ha un aroma molto delicato, ogni alterazione (lavaggi vari) potrebbe compromettere il risultato finale. Vediamo quindi se effettivamente la moka va lavata oppure no.

  • Iniziamo col dire che la caffettiera va necessariamente lavata sotto acqua corrente dopo l’utilizzo, i residui di caffè che rimangono sulle varie superfici interne sono invadenti e bisogna rimuovere gli oli rilasciati durante la preparazione del caffè poiché, questi, con il tempo innescano il meccanismo di ossidazione: ecco perché sentiamo il sapore del caffè diverso, talvolta bruciato.
Quando prepari il caffè con la moka non dovresti commettere questi errori
(Adobestock photo)
  • Come prima cosa andremo a rimuovere il caffè macinato con il quale abbiamo riempito la nostra caffettiera, la moka quindi va sciacquata sotto acqua corrente, sfregata con le mani in ogni sua componente soprattutto nelle parti più insidiose come la caldaia ed il filtro.

E ancora…

  • In realtà quindi la caffettiera si può lavare come purché il lavaggio venga effettuato con dei sgrassanti naturali come ad esempio il limone, il bicarbonato ma anche l’aceto, oppure una miscela di questi.
  • Confermiamo quindi che va lavata ad ogni utilizzo ma non con il comune detergente per piatti. Talvolta quest’ultimo potrebbe essere troppo aggressivo e andare ad danneggiare l’aroma del caffè, andrebbero evitate anche delle spugne da cucina troppo ruvide che potrebbero rischiare di rigare l’alluminio.
(Adobestock photo)

Il rimedio naturale più efficace, non solo per la caffettiera ma anche per la casa in generale e i diversi utensili da cucina o suppellettili è sicuramente il bicarbonato di sodio che ovviamente va diluito in acqua. Importantissimo infine, per non dire fondamentale, è lasciare asciugare perfettamente ogni parte della caffettiera, questo ci risparmierà inoltre i cattivi odori ed anche l’ossidazione delle varie parti, nel tempo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post