5 errori che tutti facciamo quando cuciniamo il pollo

Marzo 23, 2021Francesca
pollo con le patate

Scopriamo gli errori che siamo soliti fare quando andiamo a cucinare il pollo, quelli che, tra i molti, accomunano la maggior parte di noi cuoche.

C’è il classicissimo pollo con le patate, il goloso pollo fritto, quello alla piastra un po’ più light e quello lesso per insalate e affini.

L’elenco potrebbe proseguire a lungo dato che il pollo è senza dubbio tra gli ingredienti più diffusi nelle cucine italiane e con esso le tecniche di cottura che lo caratterizzano. Tutte queste metodologie di preparazione hanno però una cosa in comune: gli errori.

Ci sono dei veri e propri scivoloni in cui incorriamo frequentemente, sbagli che rischiano di toglier gusto al nostro pollo ma che, inconsapevolmente, continuiamo a ripetere. Proviamo allora a metterli a fuoco così da dir loro addio una volta per tutte.

Gli errori nel cucinare il pollo

pollo
Foto da Unsplash

Avevamo già visto gli errori da non commettere quando si prepara il pollo arrosto, oggi vogliamo però andare più sul generale.

Cinque sono gli errori che abbiamo selezionato e che cerchiamo oggi di scongiurare insieme così che la cottura del pollo dia sempre per voi risultati d’eccellenza. Vediamo allora i comportamenti da evitare sempre e comunque.

Eliminare la pelle prima della cottura – La pelle funziona un po’ da protezione e garantisce che il nostro pollo resti tenero e molto saporito. Nessuno obbliga ovviamente a mangiarla ma sarà bene eliminarla solo prima di mettere il pollo nel piatto.

Saltare la macinatura – Spesso, soprattutto per le cotture in padella, siamo solite insaporire il pollo mentre procede la preparazione, cosa che invece andrebbe evitata. Condire il pollo prima che inizi a cuocere, anche con un certo anticipo, farà sì che la carne riesca ad assorbire al meglio tutti i condimenti che si è deciso di utilizzare.

Lavare il pollo sotto acqua corrente – Si crede erroneamente aiuti a eliminare i batteri ma, al contrario, pare sia invece il miglior modo per diffonderli. Meglio invece tamponare la carne con un foglio di carta da cucina e tenere d’occhio i tempi di cottura: mai stare sotto i 15 minuti.

Usare il batticarne – Più sottile è il pollo, più facilmente perderà in pochi succhi che lo caratterizzano, diventando proprio quella suola di scarpa che da sempre evitiamo come la peste.

Riempire la padella – Il pollo per cuocere a dovere ha bisogno del suo spazio. Per poter rosolare al punto giusto ogni pezzo occorrerà infatti poterlo girare agevolmente. Affollare la padella inoltre rallenta la preparazione, perché il calore non riuscirà a distribuirsi in modo omogeneo.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post