Adolescenti in pericolo, questa sostanza nel cibo porta a disturbi cognitivi: genitori in allarme

Allarme per gli adolescenti! Una sostanza in certi alimenti porta disturbi cognitivi. Genitori preoccupati.

Siamo letteralmente travolti dalle informazioni che ci arrivano da tutti i media sull’alimentazione: quale regime alimentare dobbiamo adottare per salvaguardare la nostra salute. Quali cibi dobbiamo evitare. E soprattutto, ci vengono indicati gli alimenti che contengono sostanze chimiche per noi dannose e purtroppo sono molti. La ricerca fortunatamente va sempre avanti e ci ragguaglia sulle sostanze dannose che portiamo in tavola. L’alimentazione è necessaria per gli esseri umani e ancor di più per i bambini e gli adolescenti questo dovrebbe invogliarci ad un’informazione meticolosa sull’argomento.

Attenzione: sostanza nel cibo che porta problemi agli adolescenti
Attenzione agli adolescenti: certi cibi che mangiano contengono sostanze dannose-mammeincucina.it

Una studio cominciato nel 2008 in una località agricola dell’Ecuador, sostenuto da alcune università degli Stati Uniti è arrivato a delle conclusioni piuttosto allarmanti riguardo all’uso dei pesticidi in agricoltura. Ha preso in considerazione 500 ragazzi di un luogo agricolo tra gli 11 e i 17 anni, i ricercatori hanno trovato nelle loro urine quantità significative di un certo prodotto chimico arrivando a stabilire così, che la presenza di questa sostanza negli adolescenti può causare gravi problemi.

Ecco la sostanza chimica, presente nel cibo, che causa problemi a molti adolescenti.

Il pesticida in questione è il glifosato, un’erbicida largamente usato in agricoltura nonostante ne sia ormai comprovata la pericolosità per gli esseri umani e gli animali. Il glifosato viene brevettato negli anni ’70 dalla multinazionale Monsanto e da qui in poi usato il tutto il mondo; da quando sono state introdotte le piante geneticamente modificate, il suo impiego in agricoltura è salito vertiginosamente. Prima di questo evento il diserbante veniva usato subito dopo la semina, oggi viene utilizzato anche poco prima del raccolto quindi il glifosato è contenuto nella materia prima con cui faranno i prodotti che mangeremo.

glifosato negli alimenti
Il glifosato contenuto in certi alimenti crea disturbi cognitivi agli adolescenti-mammeincucina.it

Lo studio fatto in Ecuador, chiamato Espina, ha sottoposto ad analisi, come abbiamo detto, 500 ragazzi tra gli 11 e i 17 anni. Il 98% ha presentato tracce di glifosato nelle urine. L’Organizzazione Mondiale per la Sanità ha già sancito che questo pesticida, insieme a molti altri, è dannoso per il rischio oncologico e può arrecare danni allo sviluppo cerebrale; i ricercatori dell’Ecuador hanno aggiunto che la presenza dei pesticidi nei ragazzi dà problemi sullo sviluppo cognitivo e comportamentale: deficit di apprendimento, ansia, depressione ed eccesso di aggressività sono una piccola parte dei disturbi riscontrati nei ragazzi.

Nonostante tutto questo, l’Europa non riesce ad eliminare completamente l’uso di questa sostanza in agricoltura e continua, su pressione dei grandi produttori, a procrastinare la discussione di una legge seria che salvaguardi la salute di tutti i cittadini. In Italia, al di sopra di certi parametri, il glifosato è vietato ma purtroppo certi prodotti, come la pasta, vengono trattati con grano proveniente anche da altri paesi! Se non si opera tutti insieme il problema non potrà essere risolto.