Se la prima cosa che fate appena svegli è bere il caffè, lo fate a vostro rischio e pericolo: parola di esperti

Davvero ogni mattina la prima cosa che fate è prendere il caffè? Non sapete cosa state facendo al vostro organismo!

Tutti ormai non possiamo fare a meno del caffè al mattino che è diventato col tempo un vero e proprio rituale. La cucina che si riempie del suo aroma pungente e delizioso, la caffettiera che borbotta rimbombando nel silenzio del mattino e la nostra voglia di tornare a letto, specialmente se fuori fa freddo, ormai sono delle costanti nelle nostre vite.

Perché non si dovrebbe bere il caffè
Nessuno sa rinunciare al caffè la mattina – Mammeincucina.it

Anzi, a dirla tutta per molti la giornata inizia solo dopo aver preso il primo caffè del mattino, prima è come se tutto fosse confuso e poco a fuoco. Basta però un po’ di miscela arabica per dare una svolta a una giornata noiosa, fredda e monotona. Ecco perché molti ad esempio saltano pure la colazione perché non se la sentono magari di mangiare alle 07:00 di mattina, ma al caffè non riescono a dire di no per nessuna ragione al mondo.

Mai più il caffè a colazione: ecco perché sarebbe meglio evitarlo

Tuttavia questa bevanda ricca di caffeina, pur essendo famosa in tutto il mondo proprio per le sue proprietà energizzanti, capaci di risvegliare sia il corpo che la mente, è altamente controproducente prima delle 11 del mattino. Diversi esperti, infatti, hanno spiegato come il nostro corpo secerne naturalmente al risveglio una grande quantità di cortisolo, meglio conosciuto come l’ormone dello stress.

caffè mattino cattiva abitudine
Meglio bere il caffè intorno alle 11:00 – Mammeincucina.it

In realtà al mattino e in maniera graduale sarà proprio il cortisolo a metterci in allerta e acuendo il nostro stato di vigilanza. Bere un caffè di mattina presto quindi non fa altro se non duplicare il cortisolo in circolo nel nostro corpo. Alcuni hanno sperimentato anche stati di nervosismo e sudorazione, se non addirittura di ansia. Ma non solo.

Se si beve il caffè di mattina presto, nelle ore successive al risveglio diminuirà non solo il livello di cortisolo ma anche quello di caffeina nel corpo, provocando così uno stato di stanchezza moltiplicato. L’ideale allora è bere il primo caffè della giornata quando le energie diminuiscono, cioè quando il livello di cortisolo è al minimo, quindi tra le 11:00 e le 12:00, ovvero circa quattro ore dopo il risveglio.

Questo, infatti, è il momento in cui la caffeina sarà più efficace perché non ci sarà più alcuna interferenza con il picco del cortisolo. E in questo modo inoltre si eviterà l’effetto controproducente del caffè preso al mattino, con il conseguente aumento della tolleranza alla caffeina che rischia solo di diventare del tutto nullo se si beve solo la mattina presto.