Dinner Club arriva la seconda stagione: Cracco rivela chi ha cucinato meglio, una sorpresa

Ha preso ufficialmente il via su Amazon Prime Video la seconda stagione del fortunatissimo format “Dinner Club” condotto da Carlo Cracco. Ma sapete chi ha cucinato meglio per lo chef? Stenterete a crederci!

Pur se partito in sordina, “Dinner Club” col tempo ha convinto sempre più telespettatori tanto da guadagnarsi una stabile e fedele fetta di pubblico che grazie ai viaggi su e giù per tutta l’Italia, non solo ha scoperto degli scrigni nascosti di bellezza tutta nostrana, ma anche una cucina verace e limpida che ritorna alla sua funzione originaria: unire attraverso il buon cibo e il piacere della buona tavola.

Dinner Club
Dinner Club e Carlo Cracco – (Fonte IG: @carlocracco) – Mammeincucina.it

Un conto, infatti, è nutrirsi, un altro mangiare e se si cena con Carlo Cracco, diciamo pure come sia anche semplice restare completamente ammaliati. Insomma, lo chef veneto sa come raccontare tramite sapori e ingredienti tutto un modo di vivere e vedere la cucina che abbia al centro nient’altro se non se stessa.

Così, dopo il successo della prima stagione, da qualche giorno sono disponibili su Amazon Prime Video i primi quattro episodi della seconda stagione di “Dinner Club” e ovviamente, anche in questo viaggio alla scoperta di sapori, ingredienti e tradizioni regionali, Carlo Cracco non sarà da solo.

Carlo Cracco e la nuova brigata di Dinner Club

A “Dinner Club” insieme a Carlo Carlo e le due socie onorarie direttamente dalla prima stagione, ovvero Sabrina Ferilli e Luciana Littizzetto, troveremo gli attori Antonio Albanese, Paola Cortellesi, Marco Giallini e Luca Zingaretti per un viaggio tra Calabria, Sud Tirolo, Sicilia e Romagna.

Cast Dinner Club
Chi cucina meglio per Carlo Cracco – (Fonte IG: @carlocracco) – Mammeincucina.it

Intervistato da ‘La Repubblica’, però, Carlo Cracco ha ammesso chi secondo lui sia stato il migliore ai fornelli. Si tratta, ve lo diciamo già da ora, di una vera sorpresa. “Sono persone eccezionali che si muovono in una situazione al di fuori della loro comfort zone eppure non c’è una recita o un copione“, ha premesso Cracco parlando dei suoi compagni d’avventura.

Tuttavia, solo una persona è spiccata in mezzo alle altre. “Rispetto a queste due stagioni ricordo bene che Picchio, il soprannome di Pierfrancesco Favino, è quello che ha più talento“, ha confessato lo chef veneto. “Al di là della bravura, come cuoco ci ha messo la voglia di vincere perché, alla fine, si vince una coppa che attesta qual è il piatto più buono e lui voleva vincere a tutti i costi“.

Pierfrancesco Favino, però, è stato uno dei protagonisti della scorsa edizione. Su quella attuale, invece, Carlo Cracco non si sbilancia, ma ricorda quale sia stata per lui l’esperienza più bella, ovvero quella a bordo di un peschereccio con Luciana Littizzetto mentre mangiano polpo fritto: “Nulla di ricercato, anzi la cosa più semplice possibile, ma dentro quel piatto io e Luciana abbiamo trovato un mondo di sapori: raccontarli è stato bellissimo“.

Gestione cookie