Disfunzioni alla tiroide, ecco la lista degli alimenti che devi assolutamente evitare

Ecco da quali alimenti devi stare alla larga se hai disturbi alla tiroide: i segreti della dottoressa Missori.

Chi ha problemi legati a disfunzioni della tiroide purtroppo ha una permeabilità intestinale diversa da quella comune e dunque per scongiurare l’acuirsi o il progredire di autoimmunità e infiammazione, deve tenere ben presente quali tipo di alimenti, in base al proprio disturbo, vanno inseriti nella propria dieta personale e quali no.

disfunzioni tiroide
Alimenti da evitare con disfunzioni alla tiroide – Mammeincucina.it

Chi è certo di soffrire di disfunzioni alla tiroide deve stare attento a cosa mangiare e capire bene qual è la dieta da preferire: ecco la lista degli alimenti che devi assolutamente evitare se soffri di disfunzioni alla tiroide.

Scopri come alimentarti e quali sono i cibi da prediligere e quelli invece da cui stare alla larga se soffri di patologie legate ai processi tiroidei.

Disfunzioni alla tiroide, quali cibi mangiare e quali evitare

Il cibo ritenuto più dannoso sono i cereali. Tuttavia non sono tutti da demonizzare ma questa prescrizione varia in base a ciascuna patologia. Per esempio devono essere evitati accuratamente se contengono glutine, ma soltanto per i pazienti che soffrono di tiroidite autoimmunitaria senza o con ipotiroidismo, ipertiroidismo, ipotiroidismo senza tiroidite con celiachia, sensibilità al glutine, permeabilità intestinale, disbiosi intestinale, candida intestinale-vaginale, SIBO, alvo alterno, stipsi o dissenteria, oppure ipotiroidismo sub-clinico con tiroidite autoimmunitaria.

tiroide
I cereali con glutine sono da evitare in caso di alcuni disturbi alla tiroide – Mammeincucina.it

Invece le patate, i pomodori le melanzane e che vengono definiti ortaggi solanacee e tutti i legumi sono da evitare se si soffre delle seguenti disfunzioni alla tiroide: ipotiroidismo sub clinico con tiroide autoimmunitaria, tiroidite autoimmunitaria senza e con ipotiroidismo, ipertiroidismo e anche ipotiroidismo senza tiroidite, con permeabilità intestinale, disbiosi intestinale, candida intestinale-vaginale e SIBO.

In realtà chi ha la tiroidite, se va a migliorare la propria barriera intestinale, può tollerare le ‘solanacee’, ma a patto che siano ben cotte. Per mangiare in modo consapevole chi soffre di disfunzioni alla tiroide può seguire il Metodo Missori Gelli. Scopriamo di che cosa si tratta.

Cibi antinfiammatori e metodo Missori-Gelli

La dieta della tiroide secondo il Metodo Missori-Gelli si basa sul consumo di cibi antinfiammatori e nutrienti preziosi per il funzionamento tiroideo, intestinale e surrenalico. Tra questi ci sono iodio, selenio, zinco, ferro, vitamine A,D, e quelle del gruppo B, A, D, e gli acidi grassi Omega 3.

disfunzioni tiroide
Quali cibi assumere se soffri di tiroide mammeincucina.IT

Accanto a questi troviamo anche le proteine isolate del siero del latte, utilizzate come integratori perché vanno a riparare l’intestino, sono anti-infiammatorie, anti-candida anti-disbiosi e immunomodulanti. Latte e derivati sono per lo più da evitare ma può essere utilizzato anche il burro chiarificato perché non ha proteine e lattosio. Anche la tolleranza a quelli che sono i semi e la frutta oleosa varia di caso in caso.

Dunque è bene rivolgersi ad un controllo medico molto accurato presso degli specialisti endocrinologi prima di mettere in pratica e seguire un piano alimentare.

Impostazioni privacy