Ventilato o statico? Attenta a come usi il forno altrimenti combini grossi casini! Segui questi trucchetti, i tuoi piatti saranno sempre deliziosi

Se ti sei chiesta più volte come cuocere gli alimenti in forno, nel comando statico o ventilato, sei nel posto giusto! Ti svelo dei segreti incredibili

Pizza, pane, biscotti e poi ancora torte, cupcakes e muffins. Ma anche arrosti, pesci al cartoccio oppure patate e verdure. Tutti alimenti che tramite cottura in forno ci regalano intensi sapori e incredibili emozioni! Sia chiaro, tutti noi, nella maggior parte dei casi, conosciamo a dovere tutte le varie caratteristiche del nostro forno, elettrodomestico indispensabile per cuocere diverse tipologie di cibo in breve tempo.

forno statico o ventilato
Trucchetti utilizzo del forno mammeincucina.it

Rispetto a una soffrittura o a una cottura in padella, quella in forno è decisamente più salutare, semplice e non abbiamo bisogno di impiegare troppo tempo nella preparazione poiché esegue lui il ‘duro lavoro’. Rispetto a un ventennio fa, i forni classici elettrici, a gas oppure ventilati hanno visto tantissime modifiche, diventando sempre più tecnologici e in grado di soddisfare le richieste di tutte le famiglie.

Tantissimi marchi ad esempio, oltre alle consuete cotture hanno aggiunto anche quelle al vapore, imitando quella sul fornello, ma rendendo gli alimenti comunque croccanti e decisamente più golosi. Insomma, ad oggi sembra impensabile non avere neppure un fornetto classico. Se quello al microonde possiamo definirlo ‘un lusso’, il primo vede una certa importanza!

Scommettiamo però che spesso abbiate anche voi alcuni piccoli problemi: quale comando scegliere? Come si cuoce una torta o un buon arrosto? Perché la pietanza a cottura ultimata risulta asciutta e difficile da mandare giù? Oggi noi di Mammeincucina vogliamo svelarvi dei trucchetti incredibili, la cottura in forno non avrà più segreti per voi! Scopriamoli insieme

Cottura in forno: statico o ventilato? Questo e altri trucchetti per cucinare da veri chef!

Chi adora cucinare riconosce alla perfezione l’importanza di avere un buon forno in casa. Non bisogna spendere certamente soldoni per acquistarne uno super professionale, tuttavia se abbiamo una famiglia numerosa o ci dilettiamo nella realizzazione di diversi piatti bisogna sceglierne uno di ottima qualità in termini di prestazione. Certo, chi sta arredando casa o sta ancora completando le varie camere parte avvantaggiato, ma chi dovesse avere un forno un po’ più vecchiotto?

forno statico o ventilato
Quali comandi scegliere del forno mammeincucina.it

Siamo sicuri che anche voi, almeno una volta, abbiate cotto un alimento che una volta servito in tavola risultasse asciutto, difficile da masticare o da tagliare. Oppure al contrario, poco cotto all’interno e un po’ più abbrustolito sulla superficie. il classico forno elettrico presenta in realtà delle sue caratteristiche specifiche e noi oggi vogliamo svelarvi alcuni trucchetti per usarlo al meglio. La cottura in forno non avrà più segreti per voi e salverete tutti i vostri piatti! Ma cosa dobbiamo sapere nello specifico?

  • Statico o ventilato: partiamo dalla domanda più importante che spesso ci poniamo. Rispetto a quanto si possa pensare, ad oggi è possibile cuocere tutte le tipologie di preparazioni con entrambi i comandi, tuttavia ricordiamoci questa divisione importante. Tutti quei prodotti che necessitano cotture lente come pane, focacce, torte e lievitati in genere dovrebbero esser cotti in forno statico. Questo perché il calore deriva solo da una fonte, che man mano cuocerà in tempi più lunghi il nostro preparato. Biscotti, arrosti, pesci e verdure invece possono esser cotti in modalità ventilata poiché il flusso d’aria rende uniforme la cottura dimezzando di molto i tempi. Possiamo tuttavia cuocere tutte le pietanze anche solo in modalità ventilata, ma ricordiamoci di abbassare la temperatura di circa 20°.
  • Parte alta o parte bassa: anche in questo caso non stiamo parlando di qualcosa di scontato, anzi, spesso piazzando la torta nel ripiano sbagliato possiamo bruciarla solo sotto o solo sopra. Ricordiamoci sempre che, prodotti come biscotti, rustici dolci o salati vanno posti esattamente al centro del forno, ruotando di 180° la teglia a metà cottura. Torte, pane, pizze, focacce invece vanno cotte in uno dei ripiani più bassi, ma mai ponendo la leccarda sull’ultimo cursore del forno! Quasi al termine della cottura potremo piazzare in centro il tutto per un risultato ottimale.
    forno statico o ventilato
    Come usare il forno mammeincucina.it
  • L’importanza delle teglie: sicuramente anche il vostro forno in dotazione presentava griglie, leccarde e teglie diverse. Non sono state certo poste lì a caso! Ricordiamoci sempre che, tutti i prodotti lievitati ‘piccoli’ come biscotti, rustici o muffins vanno posti sulla leccarda, mentre pizze, focacce, panettoni e torte vanno posti sempre e solo sulla griglia! Questo perché purtroppo la leccarda condiziona la temperatura catturando molto più calore, non facendolo disperdere a dovere all’interno della camera del forno. Basterà invece sfruttare una delle griglie ponendola come riportato sopra. In questo modo possiamo garantirvelo, non commetterete più errori!