Può diventare un covo di germi e batteri 🦠 e se lavori al pc la tocchi tutti i giorni: igienizzala così! ✨

Se utilizzi spesso il pc è fondamentale pulirlo in modo ottimale se non vuoi entrare in contatto con germi e batteri.

Chi utilizza quotidianamente il computer deve imparare a pulirlo alla perfezione, soprattutto quando si tratta della tastiera, dove si annidano germi e batteri. Considerando la frequenza con cui i tasti di una tastiera vengono toccati, le nostre dita tendono a raccogliergli e a trasferirli su altre parti del corpo.

pulizia tastiera pc
Mammeincucina photo

E se si condivide la tastiera con altri, non è decisamente una situazione ottimale. Inoltre, se si mangia alla scrivania, le briciole possono cadere tra i tasti. Prima di accorgersene, questi risultano appiccicosi e si accumula polvere visibile che non si riesce a raggiungere. Anche se la pulizia di una tastiera può sembrare un’operazione faticosa, è necessario farlo con attenzione, per non rischiare di provocare danni.

Come pulire la tastiera del pc

La buona notizia è che pulire una tastiera è più semplice di quello che pensate. Qui di seguito troverete i passaggi da seguire per sbarazzarsi una volta per tutte della sporcizia e della polvere.

pulizia tastiera pc
Canva photo
  • Spegnere e/o scollegate la tastiera
  • Ruotate con cautela la tastiera del computer portatile, in modo da far cadere eventuali detriti. È possibile picchiettarla, ma non scuoterla in modo aggressivo per evitare di perdere la presa.
  • Per questa parte potrebbero essere necessarie due persone: mentre la tastiera è tenuta in posizione verticale, spruzzate aria compressa tra i tasti per eliminare la polvere residua. Non spruzzate l’aria direttamente sotto i tasti per non danneggiare l’elettronica.
  • Riposizionate il portatile su una superficie piana. È possibile utilizzare una spazzola di pulizia dedicata per spostare eventuali detriti ancora visibili dai tasti. Si può anche utilizzare il detergente per la pulizia.
  • Passate sui tasti con una leggera pressione, un panno inumidito con alcol per sfregamento. Si possono usare anche salviette disinfettanti, ma non quelle che contengono candeggina. Non bagnate troppo la tastiera e assicuratevi di asciugarla subito dopo.
  • Infine, lucidare con un panno in microfibra per farla tornare come nuova.

Per quanto riguarda la frequenza di pulizia, dipende dall’uso e dalle preferenze. Se la tastiera è utilizzata solo da voi e in modo regolare, va bene una volta alla settimana. Se invece la condividete con altri e non volete diffondere germi, allora è necessario pulirla tra un utilizzo e l’altro. Le tastiere sono un elemento che tutti dimentichiamo di pulire, ma in realtà sono portatrici di molti batteri e quindi dovrebbero essere incluse nella nostra routine di pulizia.