Consigli utili per evitare tossinfezioni alimentari in vacanza: così potrai goderti il meritato riposo

Ecco qualche piccolo consiglio su come evitare tossinfezioni alimentari in vacanza, goditi le meritate ferie!

In estate si sa che tutti noi ci concediamo un periodo di vacanza, che sia al mare piuttosto che in montagna o in città, è opportuno conoscere delle buone regole per evitare tossinfezioni alimentari.

tossinfezioni alimentari in vacanza
(Canva photo)

Con l’aumentare della temperatura aumenta anche la percentuale di tossinfezioni alimentari, quindi è opportuno prestare attenzione. Come riportato dall’Istituto Superiore della Sanità, esistono più di 250 tossinfezioni alimentari in tutto il mondo. Ci sono alcune regioni che sono maggiormente esposte a tossinfezioni alimentari in particolare le zone del Medio Oriente o Africa Centrale e America Latina. Per questo oggi vogliamo darti qualche piccola dritta su come evitare le tossinfezioni alimentari in vacanza.

Consigli utili per evitare tossinfezioni alimentari in vacanza

Il cibo è molto esposto al rischio di contaminazioni i motivi sono diversi, non rispettare la catena del freddo, conservazione sbagliata negli stoccaggi o frigo. Piuttosto sottoporre il cibo ad una cottura blanda, anche la preparazione o conservazione del cibo in ambienti con condizioni igieniche precari.

tossinfezioni alimentari in vacanza
(Canva photo)

Tutti i viaggiatori dovrebbero conoscere alcune regole per non incorrere in intossicazioni alimentari in vacanza. Quando il cibo è esposto a cattiva conservazione, non si attuano giuste tecniche di cottura, si potrebbe solo favorire la permanenza nei cibi di virus, batteri e parassiti dannosi.

Esistono tantissimi agenti delle tossinfezioni non tutti ne sono a conoscenza. Il Centro di ricerca Alimenti e Nutrizione ha dichiarato che sono i virus intestinali e gli enterobatteri, microorganismi che trovano il proprio habitat ideale nell’intestino dell’uomo, causando dei seri problemi alla salute dell’uomo.

Le più frequenti intossicazioni, sono dovute a tossine dei batteri come:

  • Stafilococcus aureus
  • Bacillus cereus
  • Clostridium botulinum

Questi batteri si trasmettono proprio nell’organismo dell’uomo dopo aver mangiato o ingerito cibi contaminati. Dopo l’ingestione si possono manifestare diversi sintomi, il tutto dipende dall’entità, ci possono essere sintomi lievi, ma si può arrivare alla morte! Quindi per questo motivo è importante prestare attenzione al cibo che si mangia e a quello che si beve.

La contaminazione del cibo può avvenire in tanti modi, in seguito all’ingestione di carne cruda, piuttosto che di frutti di mare poco cotti, oppure si mangiano uova o pollo contaminati da batterio. Come è accaduto di recente è stato ritirato dal mercato la salsiccia fresca per presenza di Salmonella.

Non solo, anche il consumo di frutta e verdura non lavati correttamente, possono causare tossinfezione alimentare. Inoltre la contaminazione alimentare può essere connessa anche a pratiche di manipolazione del cibo crudo sbagliate, spesso accade nei ristoranti, fast food e non solo anche nei venditori ambulanti.

Purtroppo il batterio più temuto in questo casi è la Shighella, ricordiamo che è responsabile dell’epatite A, basta poco la diffusione.

Cibi da evitare

Per questa serie di motivi, ti diamo qualche consiglio sui cibi da evitare in vacanza. Per quello che riguarda l’acqua è preferibile bere quella in bottiglia sigillata, evitare di bere da fontane pubbliche o acqua sfusa. Inoltre evita acqua o bevande a cui vengono aggiunti cubetti di ghiaccio, che potrebbero essere veicolo di batteri e altri agenti patogeni.

tossinfezioni alimentari in vacanza
(Canva photo)

Non preferire cibi crudi come insalate, pesce, sono consigliati cibi cotti, ma non troppo lavorati ed elaborati. Inoltre se si nota che il cibo viene venduto o servito ad una temperatura ambiente, desistere. Stesso discorso vale per cibo venduto da ambulanti che passano sulle spiagge o in città.

Sarebbe preferibile fare un’ispezione visiva, se noti che sul cibo sia presente della brina, potrebbe significare che il cibo non è stato conservato correttamente. Anche se il cibo ha un odore poco gradevole, è preferibile non mangiarlo!