Quante uova si possono mangiare a settimana per mantenere una dieta equilibrata?

Quante uova si possono mangiare a settimana e perché non bisogna superare un certo numero? Tutte la verità.

Le uova sono un alimento fondamentale della nostra alimentazione. Sono infatti ottime fonti di proteine e grassi saturi, ma anche di sali minerali, vitamine e in particolare della Vitamina A.

quante uova a settimana
(Canva)

A fronte di tutte queste ottima proprietà nutrizionali, il tuorlo d’uovo contiene però 300 mg di colesterolo.

Per questo motivo da diversi anni si guarda alle uova con molto sospetto e vengono spesso fermamente sconsigliate alle persone che soffrono di patologie vascolari o che hanno problemi cardiologici.

In realtà però la comunità scientifica in passato è stata molto divisa sul numero massimo di uova da che una persona senza particolari problemi di salute può consumare nell’arco di una settimana. Nel corso degli ultimi anni sono stati pubblicati studi scientifici che discordavano moltissimo sul consumo di uova. Qual è la verità?

Quante uova si possono mangiare in una settimana?

Nell’ambito della nutrizione spesso alcuni alimenti vengono demonizzati e si afferma che debbano essere completamente banditi dalla dieta.

uova fresche
(Canva)

Si tratta di una convinzione profondamente sbagliata perché non è mai il singolo alimento in sé a provocare degli scompensi nutrizionali o dei danni profondi alla nostra salute.

Per fare un esempio concreto, anche i salumi, gli insaccati e gli alimenti molto grassi contengono molto colesterolo. Eliminare le uova e continuare a mantenere questo tipo di alimenti nella propria dieta non è una scelta sensata né positiva.

Al contrario, se si mantiene una dieta “pulita” e si segue un’alimentazione corretta e bilanciata, in linea generale si potranno mangiare tutti gli alimenti, anche quelli che contengono grandi quantità di colesterolo, stando semplicemente attenti a limitarne le quantità.

Inoltre è stato dimostrato che non è la quantità di colesterolo che si ingerisce a provocare danni alla nostra salute. Ciò che è fondamentale è invece ridurre la sintesi di colesterolo da parte del fegato. Per farlo basterà inserire nella propria dieta grandi quantità di fibre e di cibi antiossidanti come limoni, mirtilli, pomodori, spinaci, cacao e riso integrale (qui una ricetta estiva e light per cominciare a prendere confidenza con questo alimento).

Tra le altre cose l’uovo è ricco proprio di sostanze antiossidanti che impediscono l’ossidazione del colesterolo che abbiamo ingerito. Ne deriva che tra tutti gli alimenti da eliminare dalla dieta a causa del loro alto apporto di colesterolo, l’uovo è il più salutare.

Torniamo a questo punto alla domanda principale sul corretto consumo di uova. Se si gode di buona salute, se non si hanno particolari problemi metabolici o di salute cardiovascolare, si possono mangiare fino a 3/4 uova a settimana senza incorrere in particolari problemi di salute.