Crostata che si rompe in cottura: ecco il trucco infallibile da conoscere

Se la crostata si rompe o si sbriciola in cottura ecco il trucco infallibile che devi assolutamente conoscere.

La crostata è uno dei dolci più classici e ideale anche da preparare in casa, a patto di conoscere alcune regole di base. Infatti, cadere in errore quando si prepara una crostata più essere molto semplice, specie se si è alle prime armi.

Di base è importante realizzare una pasta frolla perfetta e per farlo le scuole di pensiero sono diverse, c’è chi mette il lievito e chi non lo mette. Ma una cosa è certa. Il burro deve essere sempre bello freddo.

Questo, ma non solo, ci aiuterà a non creare una crostata che si rompe in cottura e si deforma nel forno. Scopriamo qual è il trucco infallibile per realizzarla, che dobbiamo assolutamente conoscere.

LEGGI ANCHE –> COME MONTARE GLI ALBUMI: il trucco che devi conoscere

Con questo trucco la crostata non si rompe in cottura

Alzi la mano a chi non è mai capitato di preparare una crostata in casa e di vederla deformarsi o rompersi in cottura. Un vero peccato, anche perché dietro tanto lavoro a volte per una sciocchezza si rischia di rovinare tutto quanto.

crostata si rompe trucco
Canva photo

La crostata, per quanto non sia difficile da preparare, nasconde comunque le sue insidie e se non si è particolarmente esperti in cucina può talvolta rivelarsi un vero disastro. Esistono però alcuni accorgimenti che ci permettono di ottenere un risultato perfetto. 

In particolare c’è un trucco che ci permette di non far rompere la crostata in cottura e non farla sbriciolare o deformare tutta quanta. Scopriamo di cosa si tratta.

Il primo segreto da conoscere quando decidiamo di preparare una crostata è non far riscaldare l’impasto. Una pasta frolla fatta con ingredienti a temperatura ambiente è il primo errore che si possa compiere.

La crostata, se realizziamo una pasta frolla non ben raffreddata o scaldando gli ingredienti, ad esempio, impastando per troppo tempo a mano rischia, davvero di deformarsi e rompersi in cottura. 

Uno degli accorgimenti di cui occorre tenere conto è sicuramente il fatto di utilizzare del burro freddo di frigorifero e di non lavorarlo, come detto, troppo con le mani altrimenti finiamo per riscaldarlo rovinando tutto quanto irrimediabilmente.

Non dimentichiamo poi il riposo in frigorifero. Un’azione fondamentale quando si prepara la pasta frolla, ma anche la crostata. Infatti è bene sia far riposare in frigorifero la pasta frolla per almeno mezz’ora prima di lavorarla. Se avete tempo anche di più. C’è anche chi prepara la frolla il giorno prima per il giorno successivo.

E dopo aver realizzato la crostata il trucco infallibile per far sì che non si rompa o si deformi in cottura è rimetterla in frigorifero per almeno un’altra oretta prima di infornarla. In questo modo quando andremo a cuocere la crostata, quest’ultima non si rovinerà ma resterà bella in forma.

Perciò il trucco è fare la frolla, metterla in frigorifero, poi stendere la crostata, mettere la marmellata e fare le strisce sopra quindi anziché infornare subito la riponiamo nel frigorifero per un’oretta.
In questo modo saremo sicure che quando andremo a cuocerla la nostra crostata non si romperà.

Non dimentichiamo poi che la temperatura del forno quando cuociamo una crostata non deve essere mai troppo eccessiva. Basta infatti infornarla a 180° C per circa 25 minuti.