COME FARE UNA PIZZA PERFETTA FATTA IN CASA: errori da evitare

PIZZA PERFETTA FATTA IN CASA
(Canva photo)

Oggi scopriremo tutti gli errori da evitare quando ci accingiamo a preparare un buon impasto per la pizza, la base per una preparazione intramontabile, che sa di casa e di calore, tipica della cucina italiana.

Quando prepariamo la pizza, nel momento in cui ci dedichiamo all’impasto e a tutte le varie fasi che lo compongono, siamo solite fare degli errori comunissimi. Quasi inconsapevolmente pensiamo di portare avanti i vari step nella maniera corretta, purtroppo non è sempre così. Da oggi sapremo finalmente quello che non dobbiamo fare, ma soprattutto quello che è bene fare quando si va ad impastare.

LEGGI ANCHE -> COME CONSERVARE LA PASTA FRESCA: i trucchi di Benedetta Rossi

Tutto quello che NON devi fare

Quante volte ci è capitato di voler iniziare a preparare una ricetta per la pizza tradizionale, e ci siamo riferite alle ricette, o meglio ad una in particolare delle ricette che abbiamo appena scovato sul web?

impasto pizza
(Canva photo)

Spesso e volentieri però quella ricetta include la lista degli ingredienti in maniera fin troppo generica. Gli ingredienti infatti vengono esposti sotto forma di cucchiai, bicchieri, ma sappiamo benissimo che, ognuna di noi, in casa, a utensili a se, differenti da un’altra persona.

LEGGI ANCHE -> NON SERVE METTERE IN AMMOLLO I LEGUMI SECCHI, usa subito questo trucco!

Questi parametri divengono troppo generici per andare a comporre delle fasi di preparazione che dovrebbero essere invece meticolose, per dar vita ad un impasto della pizza perfetto. La prima cosa da fare è quindi quella di dimenticarci dei vari utensili e utilizzare esclusivamente la bilancia per pesare tutti gli ingredienti che andremo ad impastare, per dar vita poi alla nostra pizza.

ACQUA E FARINA: come NON devi aggiungerli

Quando sappiamo che ci siamo riferite esclusivamente alle dosi della ricetta, non dovremmo aggiungere né acqua, né farina, ma continuare ad impastare fino a che la consistenza non diventi elastica e idonea alla preparazione della pizza.

pizza in teglia
(Canva photo)

Troppo spesso tendiamo ad aggiungere acqua su un impasto che sentiamo inizialmente duro pensando così di ammorbidirlo. Quando l’impasto ha già la sua parvenza, anche la maglia glutinica si sarà formata e, aggiungere acqua non andrà che ad alterare e a distruggere la consistenza dell’impasto stesso.

Quando andiamo a stendere l’impasto sul piano dal di lavoro per poi lavorarlo, non bisogna assolutamente aggiungere ulteriore farina, questa si andrà a sommare alla quantità prevista dalla ricetta e così verranno alterati tutti gli equilibri tra gli ingredienti. Se sentite quindi l’impasto un po’ appiccicoso basterà a farlo riposare il tempo dovuto, ma soprattutto maneggiarlo con energia.

Altro errore comunissimo è quello di aggiungere la farina all’inizio della preparazione tutta insieme, così non farete altro che andare a togliere ossigeno via via all’impasto. Evitare di aggiungere acqua troppo calda è davvero essenziale. Poiché, dovete sapere, che il lievito funziona benissimo se attivato a temperatura ambiente, in caso contrario altererete Il suo impiego. Viceversa non va bene nemmeno aggiungere acqua troppo fredda. Le basse temperature rallentano di moltissimo il processo di lievitazione. Le basse temperature rallentano di moltissimo il processo di lievitazione.

L’olio si aggiunge all’impasto?

L’aggiunta di olio è da evitare, non si aggiunge olio all’impasto poiché questo potrebbe rischiare di farlo diventare duro se non coperto in maniera opportuna, e aumenterà sicuramente la dose di grassi all’interno dell’impasto stesso. Un errore molto importante e rilevante da non fare è quello di lasciare l’impasto scoperto durante la lievitazione. Risulterà estremamente difficile riuscire a stendere poi l’impasto poiché la parte superiore sarà completamente secca.

LEGGI ANCHE -> TORTA NON LIEVITATA: non buttarla e utilizzala così

Da evitare anche l’usare bevande gassate pensando di sollecitare la lievitazione, come anche coprire, nella fase della lievitazione, l’impasto con uno strofinaccio. L’impasto per la pizza va sempre conservato in un contenitore chiuso ermeticamente. Infine, non bisogna mai aggiungere farina, spolverarla in superficie, nel momento in cui si va a posizionare l’impasto nel recipiente per lasciarlo lievitare.