COME CONSERVARE LA PASTA FRESCA: i trucchi di Benedetta Rossi

conservare pasta fresca
(Canva photo)

La pasta fresca si prepara spesso in casa, ma vi siete mai chieste come conservarla a lungo? Oggi vi sveleremo i trucchi di Benedetta Rossi.

Capita a volte, un pò a tutte noi di preparare più impasto per la pasta fresca e non si sa come fare, talvolta si dispensa alla propria famiglia. In altri casi si decide addirittura di mangiare pasta fresca per qualche giorno.

Ma oggi noi di Mammeincucina vi sveliamo i trucchi di Benedetta Rossi e riuscirete senza alcun tipo di problema e in pochi minuti a conservare perfettamente la pasta fresca.

LEGGI ANCHE -> COME SCEGLIERE BENE LA CARNE al supermercato

COME CONSERVARE LA PASTA FRESCA

A volte pensiamo che alcune cose siano più difficili del dovuto soprattutto in cucina, non solo tutto quello che concerne la preparazione, ma anche la conservazione del cibo crudo, cotto e avanzato.

Se preparate la pasta fresca, potete conservarla senza alcuni problema, seguendo i trucchi di Benedetta Rossi è davvero facile e soprattutto quando deciderete di servire la pasta fresca a pranzo non dovrete fare altro che utilizzare quella che avrete conservato.

conservare pasta fresca
(Canva photo)

Come consiglia la food blogger marchigiana, se dovesse presentarsi un’occasione in cui avete ospiti improvvisi o volete preparare un primo piatto perfetto per il pranzo della domenica utilizzate la pasta fresca già pronta!

Infatti Benedetta Rossi ci svela che si possono conservare ravioli, spaghetti, gnocchi e tagliatelle all’uovo, provate anche voi seguendo questi trucchi.

1-IN FRIGORIFERO. Il metodo di conservazione più facile e scontato, basterà mettere la pasta fresca preparata in un vassoio, poi ricoprite con un canovaccio di cotone. In alternativa potete adagiare la pasta in un contenitore a chiusura ermetica, chiudete bene il coperchio e poi mettete in frigo in questo modo la pasta si conserverà per ben due giorni.

2-IN FREEZER. La conservazione della pasta fresca sarà molto più lunga, basterà mettere la pasta fresca su vassoi ricoperti di strofinacci, fate riposare in frigo, in questo modo sarete sicure che si sia raffreddata bene. Poi potete riporre la pasta all’interno di sacchetti per alimenti e riponete la data di conservazione, entro due mesi va consumata!

3-ESSICCARE. L’essiccazione potrebbe essere una buona soluzione, Benedetta Rossi segue i consigli della sua zia Giulietta. Però svela che la prima regola per una buona pasta fatta in casa è lavorare l’impasto su una superficie di legno, così sarà più porosa e assorbirà più sugo. Dopo la preparazione la pasta fresca va conservata subito, basterà metterla vicino al termosifone, oppure in forno, riscaldate prima a 50 °C e poi spegnete.

Aprite lo sportello e fatela seccare bene. Poi riponete in sacchetti per alimenti quando sarà fredda e conservare anche per un mese in freezer. Sicuramente se noterete che pasta dopo averla riscaldata è ancora umida riscaldate ancora un pò.

LEGGI ANCHE -> COME FARE LA GHIACCIA REALE: i consigli di Benedetta Rossi

4-SBOLLENTATE. Dopo aver preparato la pasta frescala sbollentate un pò. Basterà metterla in una pentola con abbondante acqua e aggiungete un pò di olio. Non appena salirà a galla, la scolate con la schiumarola e poi fatela raffreddare adagiandola su un canovaccio. Dopo che sarà asciutta, la mettete su un vassoio e distanziate bene, la mettete in frigo coprendo la pasta con un canovaccio di cotone. In questo modo non sì non seccherà, entro un paio di giorni va consumata.

Adesso non avrete più alcun dubbio a riguardo!