COME CONSERVARE IL BRODO VEGETALE e averlo sempre disponibile

brodo vegetale conservare
(Adobestock photo)

Se desiderate avere sempre a disposizione il brodo vegetale, ecco come fare, basterà seguire questo trucco. Scopri quale.

Il brodo vegetale può sempre tornare utile in cucina per poter preparare tantissime ricette, non solo primi piatti. Ci sono dei segreti che tutti noi dovremmo conoscere e così da prepararlo bene e alla perfezione.

Anche se rientra tra le ricette molto semplici l’errore è sempre dietro l’angolo. Ma quante volte avete sbagliato dosi e vi siete ritrovate con del brodo in quantità superiore rispetto a quello che vi occorre, potete rimediare. Si possono evitare sprechi!

Nessuno vi ha detto che il brodo si può conservare a lungo e così utilizzarlo ogni volta che si ha bisogno. Noi di Mammeincucina vi sveliamo come farlo correttamente.

LEGGI ANCHE ->COME CONSERVARE IL PAN GRATTATO correttamente con questi trucchi

COME CONSERVARE IL BRODO VEGETALE

Conservare il brodo vegetale a lungo è davvero utile, anzi sarebbe opportuno prepararlo in quantità maggiori e conservarlo così all’occorrenza già l’avete a disposizione.

brodo vegetale conservare
(Adobestock photo)

In questo modo potete ottimizzare i tempi di preparazione e preparerete velocemente alcuni piatti anche se i tempi richiesti sono lunghi, basti pensare ai risotti. Immaginate di preparare prima il brodo e poi il risotto, impieghereste molto tempo, invece voi vi occuperete solo del risotto visto che il brodo l’avete già cotto.

Il brodo vegetale si può conservare in modo diverso non solo in frigo o in freezer, ma liquido o sotto forma di purea.

Il brodo filtrato potete conservarlo così, oppure frullare brodo e verdure e ottenere così la purea, dipende da voi e a cosa vi servirà il brodo.

1- IN FRIGO. Dopo la preparazione del brodo vegetale potete conservarlo in frigo per 2-3 giorni all’interno di un contenitore a chiusura ermetica, solo se avete utilizzato ingredienti freschi. In frigo va messo dopo che si è completamente raffreddato.

2-IN FREEZER. L’alternativa al frigo c’è il freezer, in questo modo la conservazione è per un tempo maggiore di 3 giorni, bensì circa 3 mesi. Anche in questo caso aspettate che si sia raffreddato per bene il brodo e poi trasferite in contenitori adatti al congelamento o in sacchetti di plastica per alimenti.

Ma è un modo geniale anche nei bicchieri di plastica chiusi con un coperchio o ricoperti con la pellicola per alimenti. La vaschetta del ghiaccio è un ottimo contenitore per conservare il brodo vegetale. In questo modo scongelerete solo una piccola porzione, magari per insaporire piatti, minestre o zuppe. In freezer il brodo si conserva per 3 mesi.

LEGGI ANCHE ->CUBETTI DI PANCETTA IN FRIGO? Ecco 10 ricette facilissime che non ti aspetti

Ricordate che il brodo va scongelato in questo modo. Quando dovrete aggiungerlo al brodo o minestre potete aggiungerlo direttamente così. Invece se dovrete usarlo per poi cuocere la pasta basterà lasciarlo in frigo e farlo scongelare.

Provateci anche voi!