L’impasto della pizza perfetto | Tutti i segreti per un risultato ottimo

impasto
(Canva photo)

Preparare l’impasto per la pizza è una vera arte, purtroppo gli errori sono dietro l’angolo e può capitare che qualcosa vada storto. Ecco i nostri suggerimenti per garantirti un risultato perfetto

impasto
(Canva photo)

La pizza è tradizione, tipicità italiana, invidiata da tutti gli altri paesi: rappresenta un momento non solo di goduria mangereccia, ma anche di convivialità in famiglia, di domenica sera di fronte alla TV, una pietanza che abbraccia le preferenze di tutti.

Impasto pizza perfetto: basta seguire i nostri consigli

La pizza fatta in casa richiede dei passaggi fondamentali, utili per riuscire ad ottenere un impasto dalla consistenza perfetta ed equilibrata, ben idratato, malleabile, pronto per lievitare ore ed ore così da garantirvi alta digeribilità. Scopriamo tutto ciò che dobbiamo evitare per realizzare un impasto che darà vita ad una pizza buona come quella che siamo solite mangiare in pizzeria.

IMPASTO
(Canva photo)
Purtroppo o per fortuna i dosaggi della pizza richiedono accuratezza e molta attenzione, ogni mamma, nonna, utilizza per fare la pizza i propri utensili, personali espedienti per i dosaggi, questo però comporta molti rischi, possiamo infatti imbatterci in quantità eccessive o scarse, poca acqua tanta farina e così il risultato non sarà dei migliori. Ecco allora quali sono gli errori da evitare, ed i nostri preziosi consigli
impasto pizza
foto: canva
  • L’errore più comune è quello di aggiungere acqua, o peggio ancora farina, per fare le pieghe all’impasto così da lasciarlo riposare per una seconda lievitazione. Aggiungere acqua però non farà che alterare e danneggiare la consistenza dell’impasto, spesso lo crediamo duro e così uniamo ancora acqua, sbagliando. Basta infatti impastare fino a che il panetto non risulti morbido ed abbia una parvenza tondeggiante, dopodiché possiamo essere certe che la maglia glutine si sarà formata e non ci sarà nient’altro da fare se non lasciar lievitare il panetto.

LEGGI ANCHE –> QUANDO e COME mettere la MOZZARELLA SULLA PIZZA?

  1. Per la farina vale lo stesso: aggiungendo più farina, l’equilibrio creato tra i pochi ingredienti della pizza andrà alterandosi. La farina va aggiunta tutta insieme in una volta nel primo impasto, mai dopo.
  2. Per quanto riguarda l’acqua anche la temperatura gioca un ruolo importante: mai utilizzare acqua troppo calda. Ma perché? Molto semplice, il lievito non ha bisogno di calore per attivarsi, si attiverà perfettamente ad una temperatura ambiente, viceversa le basse temperature rallentano il processo di lievitazione.
  3. In ultimo, mai aggiungere l’olio all’impasto poiché si potrebbe rischiare di farlo diventare duro in un attimo.
  4. Ancora, per concludere i nostri suggerimenti vi consigliamo di non lasciare mai l’impasto della pizza scoperto durante la lievitazione: dovrà sempre essere chiuso ermeticamente con della pellicola trasparente per alimenti, in caso contrario sarà difficilissimo stendere l’impasto con facilità poiché la parte superiore sarà completamente secca.

LEGGI ANCHE –> Test personalità: dimmi come mangi la pizza e ti dirò chi sei

L’impasto della pizza durante la lievitazione si può conservare anche in un contenitore chiuso ermeticamente, la lievitazione in questo modo non avrà bisogno di essere sollecitata.

Pochi consigli ma estremamente indicativi per una riuscita perfetta ed un impasto morbido e fragrante al contempo dopo la cottura.