COME LAVARE GLI STROFINACCI DA CUCINA e dire addio alle macchie ostinate

storfinacci
(Adobestock photo)

Sono indispensabili in cucina per asciugare le stoviglie, ma ci sono dei trucchi per lavare gli strofinacci ed eliminare le macchie.

Non si possono non utilizzare, gli strofinacci da cucina sono indispensabile per asciugare per bene stoviglie e non solo, prima di riporre tutto nei cassetti e mobili.

Anche se avete la lavastoviglie e non dovrete asciugare nulla, ricordatevi che vi possono sempre tornate utili visto che non tutto si può lavare in lavastoviglie.  Gli strofinacci sono tra gli oggetti che si utilizzano quotidianamente in cucina, ma non immaginate neanche quanti germi e batteri si possono annidare e potrebbero anche emanare un odore sgradevole. Noi vogliamo lasciarvi con qualche piccolo suggerimento così potrete lavare bene gli strofinacci e rimuovere eventuali macchie.

Come lavare gli strofinacci da cucina: ecco i trucchi infallibili

Alzi la mano chi non si è ritrovata con macchie di caffè, sugo di pomodoro, vino e olio sugli strofinacci, è inevitabile.

aceto e bicarbonato
(Adobestock photo)

Quindi se volete rimuovere le macchie in fretta e senza utilizzo di prodotti aggressivi che proteggono i tessuti ecco come procedere.

-Sapone di Marsiglia. Il classico detersivo che utilizzavano le nostre nonne, potete optare per quello solido o quello liquido. In quest’ultimo caso mettetene un pò in una bacinella con acqua tiepida e lasciate in ammollo per 20 minuti gli strofinacci, poi dopo aver sciacquato li lasciate lavare in lavatrice con il lavaggio specifico. Se avete il sapone solido, riducete a scagliette che lascerete sciogliere in acqua calda e poi procedete come sopra.

-Bicarbonato di sodio. Eliminerà non solo il cattivo odore ma sbiancherà i tessuti. Basta mettere in una terrina preparate un composto omogeneo e cremoso di acqua calda e mezz’ora strofinate per rimuovere la macchia. Se hanno solo un odore forte potete mettere in ammollo gli strofinacci in acqua calda e bicarbonato e lasciate agire per mezz’ora e poi sciacquate e procedete con il lavaggio in lavatrice.

-Aceto di vino bianco. Come il bicarbonato, l’aceto di vino non dovrebbe mai mancare in cucina, potete anche pulire i contenitori, perchè torna sempre utile anche per igienizzare la lavastoviglie. Con l’aceto potete rimuovere gli odori forti magari di pesce o olio, non solo anche per rimuovere le macchie più ostinate. Mettete in una bacinella acqua calda e una tazzina d’aceto, mescolate bene e lasciate gli strofinacci in ammollo e dopo mezz’ora li sciacquate e procedete con il lavaggio in lavatrice.

Consigli

Provate anche voi e noterete che le macchie e gli odori forti andranno via. Vogliamo però lasciarvi con qualche consiglio.

Per evitare di ritrovarsi con macchie di muffa sarebbe opportuno non accumulare nel cesto del bucato sporco gli strofinacci soprattutto se sono umidi. Lasciateli asciugare all’aria e poi li lavate. Inoltre cambiate spesso gli strofinacci così le macchie non saranno difficili da rimuovere. Prediligete sempre lavaggi di soli tovaglie, tovaglioli e strofinacci impostate una temperatura alta di almeno a 60° per poter disinfettare bene. Scegliete sempre detergenti naturali e specifici così preserverete i tessuti. Infine ricordate di lasciarli asciugare bene all’aria aperta prima di riporli nei cassetti.