La cotoletta e unta e poco croccante? Ecco gli errori che hai commesso

Foto:Adobe Stock

Se avete preparato la cotoletta ma non siete soddisfatte per nulla, allora dovete evitare alcuni errori, scopriamo quelli più comuni.

La cotoletta un secondo piatto a cui nessuno sa resistere, un piatto tipico della tradizione culinaria italiana. Accompagnata da un bel piatto di patatine fritte, insalata o verdure nessuno saprà resistere soprattutto i più piccoli. Non sempre si riesce a servire una cotoletta perfetta e croccante ma come mai?

Spesso quando non si ha molto tempo per dedicarsi ai fornelli soprattutto quando la giornata è stata abbastanza intensa si rischia di commettere errori che compromettono il risultato finale. Può accadere anche quando si prepara la frittura di pesce! Ma come si può servire una cotoletta perfetta e croccante? Il segreto sta nel non commettere errori per evitare che il risultato finale non sia quello atteso.

Quindi se desiderate servire alla vostra famiglia con una cotoletta perfetta, non unta e croccante dovete evitare qualche errore.

La cotoletta e unta e poco croccante? Ecco gli errori che hai commesso

La cotoletta è un piatto della tradizione italiana, che piace a tutti soprattutto ai bambini, ma bisogna porre attenzione a non ricadere in errori che possono renderla molliccia e unta.

Carne
Foto:Pixabay

Scopriamo i principali errori da evitare quando si prepara una cotoletta.

  1. Carne non adatta: non tutti i tagli di carne sono adatti per preparare la cotoletta. Lasciatevi consigliare dal vostro macellaio di fiducia il taglio adatto per poter preparare una cotoletta a dir poco perfetta.
  2. La panatura povera: la panatura è uno step fondamentale per preparare una cotoletta a dir poco perfetta. La fettina di carne va impanata per bene, si deve prima l’uovo e poi nel pangrattato. Ecco come procedere per non ricadere in errori. Sbattete l’uovo in un piatto, in un altro mettete il pan grattato. Trasferire la fettina di carne nel piatto con l’uovo, deve aderire bene, togliete e fate sgocciolare bene. Adagiate delicatamente la fettina di carne nel piatto con pan grattato e fate aderire bene ad entrambi i lati. Basta fare pressione sulla carne con i palmi delle mani, giratela e ripetete l’operazione. Non trascurate i bordi altrimenti non si garantirà una cottura croccante dell’intera superficie.
  3. Olio non adatto alla frittura: dopo aver impanato la fettina di carne è il momento di friggere, ma quale olio scegliere? Sicuramente è necessario utilizzare un olio adatto alla frittura come l’olio di semi di arachide o olio di semi di girasole alto oleico. L’olio non deve essere poco in padella e non solo deve essere caldo.  La cotoletta deve friggere a fiamma media e ricordate di girare per garantire una cottura omogenea.
  4. Non far assorbire l’olio: dopo la cottura la cotoletta non va servita subito è necessario eliminare eventuale olio eccesso, ma come? Mettete della carta assorbente da cucina su un piatto, poggiate la cotoletta  e lasciate asciugarla bene.
  5. Salare in cottura: non si deve mai aggiungere il sale durante la frittura, perchè per effetto osmosi il sale richiama l’acqua quindi inumidirà la superficie esterna della cotoletta. Salate la cotoletta al momento che impiattate.