E’ avanzata la lasagna? Il trucco per conservarla così da evitare sprechi

Lasagna
Foto:Adobe Stock

Hai preparato troppo lasagna e ti è avanzata? Scopri il trucco per conservarla al meglio così da evitare sprechi.

La lasagna è tra i primi piatti più serviti non solo nelle occasioni, tra le pietanze che accontentano grandi e piccini. Si sa che quando si prepara la lasagna si può condire come si preferisce. Infatti non esiste un’unica ricetta, la lasagna si può farcire con il ragù, con verdure, bianca con besciamella e prosciutto e non solo anche con i carciofi, funghi e zucca. Se desiderate stupire la vostra famiglia provate la lasagna alle verdure di Benedetta Rossi, non si prepara come la classica lasagna al ragù con carne tritata, ma con zucchine, peperone e carote.

E’ capitato a tutte di ritrovarsi con della lasagna avanzata e non si sa come smaltirla. Per evitare sprechi c’è un modo per conservare la lasagna. E’ importante conservarla in tutta sicurezza, segui qualche piccolo trucco, così da servire una lasagna perfetta anche se non è stata preparata al momento.

E’ avanzata la lasagna? Ecco come conservarla con questo trucco

La lasagna è uno dei primi piatti che si cuoce in forno, nessuno riesce a resistere a tanta bontà. Si prepara in modi diversi con la lasagna fresca, secca o all’uovo, e si farcisce come si vuole. Ma spesso ci si trova difronte ad una lasagna avanzata e di conseguenza non si sa cosa fare, ma noi abbiamo la soluzione adatta a voi.

Lasagna
Foto:Pixabay

La lasagna si può conservare dopo la preparazione così da evitare sprechi, ma è necessario seguire dei piccoli trucchi, bisogna stare attenti per evitare di ritrovarsi con una lasagna poco appetibile. Scopriamo allora il trucco per conservare al meglio la lasagna avanzata, se invece ti avanza della pizza, non buttarla, scopri cosa fare.

  1. Buona qualità della pasta: è inutile negarlo se la qualità non è delle migliori si rischia di ritrovarsi di fronte ad una pasta non eccelsa.
  2. Ingredienti sempre freschi: visto che dopo la preparazione la lasagna va congelata, è necessario utilizzare solo ingredienti freschi. Come ben tutti sapete non è proprio corretto congelare alimenti scongelati.
  3. Mai la ricotta: se preparate una lasagna che prevede come ingrediente la ricotta, si sconsiglia il congelamento.
  4. Scegliete contenitori adatti: indipendentemente dagli ingredienti freschi che utilizzate come sugo di pomodoro, besciamella, salsicce, carne tritata e così via, dovete scegliere il contenitore che sia adatto al freezer. La conservazione degli alimenti non va mai sottovalutata, se volete preservare le qualità organolettiche dell’alimento è necessario scegliere il packaging adatto. Quindi leggete bene l’etichetta, inoltre dovrete accertarvi che ci sia il simbolo del fiocco di neve, significa che è adatto al congelamento. Però un piccolo consiglio, potete optare per un contenitore che abbia duplice funzione, si possa congelare e poi cuocere in forno. Evitate così di trasferire la lasagna da un contenitore all’altro.
  5. Congelarla cotta: la lasagna va congelata cotta e non cruda. Ma si consiglia di congelare la lasagna dopo che si è raffreddata bene.
  6. Coprirla sempre: il contenitore della lasagna va coperto con la  pellicola trasparente per alimenti e si sconsiglia l’alluminio, perchè potrebbe interferire con il sapore della preparazione.

TRUCCHI DA MAMMA

Si consiglia di congelare in piccole porzioni, così da evitare sprechi, così scongelate solo quello che vi occorre. La lasagna si può conservare per un massimo di due mesi nel congelatore.  Quando desiderate mangiare la lasagna, tiratela fuori dal freezer e mettetela a scongelare nel forno a microonde, una volta scongelata riscaldatela nel forno tradizionale o ancora nel microonde.