Toast gustoso e unto? Ecco gli errori che devi evitare

Febbraio 12, 2021Virgilia Panariello
toast

Quante volete avete preparato un toast, ma già al primo morso percepite molto olio o la mollica è troppo umida? Ecco gli errori che dovete evitare.

Toast o sandwich sono dei deliziosi “panini farciti” irresistibili, facili e veloci da preparare perfetti da gustare per un pasto fuori casa. Infatti spesso preparato quando si deve necessariamente pranzare al lavoro. Si conservano perfettamente nei contenitori ermetici così si mantengono morbidi e freschi a lungo. Ma il più delle volte la fretta potrebbe farvi commettere errori banali che possono rendere poco appetibile il toast. Per i piccoli di casa provate a preparare dei French toast alla banana per una merenda sana e gustosa.

Noi di Mammeincucina vi elenchiamo gli errori più comuni che si possono fare quando si decide di preparare i toast.

Toast gustoso? Scopri gli errori che da evitare

Non si prepara un toast senza porre la giusta attenzione, ma spesso quando non si ha molto tempo potrebbe accadere, la fretta in cucina è nemica!

pane
Foto: Freepik

Cerchiamo di capire gli errori più comuni che si devono evitare se si vuole preparare un toast perfetto e invitante che lasci tutti a bocca aperta.

  1. Qualsiasi ingrediente: non tutti gli ingredienti si possono utilizzare per preparare i toast. Non si mettono a caso come se stesse preparando una macedonia. La scelta deve avvenire con attenzione e non si possono mettere tutto quello che vi passa sotto mano. Se desiderate diversi ingredienti, optate per due toast! E’ necessario creare il giusto equilibrio tra gli alimenti e condimenti.
  2. Troppa maionese: una salsa che non può mancare ma se si esagera non è per nulla gustoso il toast. Non solo il vostro sandwich sarà ancora più calorico e ricco in grassi. Provate a preparare a casa la maionese light, ecco la ricetta perfetta!
  3. Qualsiasi pane: non è proprio corretto, anche in questo caso, come per il resto degli ingredienti, va posta attenzione alla scelta del pane. Tutto dipende da come dovete farcire il toast.  Se scegliete salumi, insalata, formaggio e pomodori va benissimo il pane per toast, anche quello in cassetta. Evitate il pane con troppa mollica se decidete di mettere anche i sottoli o sottaceti per un semplice motivo. La mollica si assorbirà di aceto o olio e si percepirà subito non appena date il primo morso. Inoltre se utilizzate del pane fresco fate attenzione allo spessore delle fette quando affettate che devono essere più o meno simili.
  4. Non asciugare l’insalata: di solito si aggiungono sempre delle foglie di insalata o verdure diverse. Gli step da seguire sono: pulire accuratamente e lavare sotto acqua corrente fredda, ma poi si devono asciugare. Prendete un canovaccio di cotone o della carta assorbente da cucina e tamponate bene così eviterete che la mollica o il pane assorbirà troppa acqua. Lo stesso discorso vale se mettete i pomodori, cetrioli, insalata o cipolle e rucola.
  5. Non condire: gli ingredienti come verdure vanno necessariamente conditi, con sale, olio, pepe o sale.
  6. Attenzione alla cottura della carne: se aggiungete del bacon si consiglia di arrostirlo su piastra e non aggiungerlo così. Inoltre se preferite mettere il petto di pollo arrostito o tacchino non lasciate le fette intere, si preferisce tagliate a pezzetti così si mangia facilmente.
  7. Non tostare: non si può definire proprio un errore c’è chi preferisce gustare così il toast chi non riesce a resistere alle fette croccanti. Potete utilizzare sia il tostapane che la piastra!

Ricordate che se il toast si consuma fuori casa, in ufficio o lo preparate abitualmente per i vostri figli perchè fanno il tempo prolungato a scuola,  ecco il trucco perfetto per gustare un sandwich perfetto. Ponete maggiore attenzione agli ingredienti dovrete fare in modo che non si alterino o che la mollica possa assorbire troppo il condimento. Inoltre potete avvolgere il toast nella pellicola per alimenti o mettete in un contenitore a chiusura ermetica.

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post