Graffe napoletane di Carnevale: la ricetta spiegata passo passo

    Le graffe napoletane di Carnevale sono sofficissime ciambelle con una copertura di zucchero semolato che vanno subito a ruba! Ecco la ricetta spiegata passo passo.

    Le graffe napoletane di Carnevale non possono mancare per questa festività tanto attesa soprattutto dai piccoli di casa. Noi mamme siamo sempre molto attente, cerchiamo di non far mancare nessuno dolce tipico il giorno di Carnevale.

    Beh ne sono tanti, ma oggi vogliamo presentarvi la ricetta partenopea che ormai è conosciuta e apprezzata in tanti Paesi, le graffe napoletane classiche.

    Graffe napoletane di Carnevale
    (Canva photo)

    Si tratta di ciambelle fritte che si preparano con impasto a base di patate, che vengono servite con una copertura di zucchero semolato. Si possono preparare anche tutto l’anno e deliziare la vostra famiglia. Non vi resta che indossare il grembiule e scoprire la ricetta.

    Graffe napoletane di Carnevale: la ricetta a portata di mamma

    Le graffe napoletane sono davvero gustose, sofficissime, una tira, l’altra, con la nostra ricetta spiegata passo prepararle non sarà così difficile. Non perdetevi la ricetta delle chiacchiere senza glutine, delle zeppole al forno e delle castagnole fritte ripiene.

    Graffe napoletane di Carnevale
    (Canva photo)

    Ricette per 4 persone

    Tempo di preparazione: 20 minuti

    Tempo di riposo: 2 ore e 50 minuti

    Tempo di cottura: 10 minuti

    Tempo totale: 3 ore e 20 minuti

    Ingredienti:

    • 2 uova
    • 300 g di patate
    • 450 g di farina 00
    • 50 g di farina di Manitoba
    • 50 g di zucchero + per decorare
    • 50 g di burro
    • 120 ml di latte
    • buccia grattugiata di metà limone
    • 8 g di lievito di birra fresco
    • q.b. olio di semi di arachide

    LEGGI ANCHE ->  Sanguinaccio napoletano: la ricetta spiegata passo passo

    Preparazione:

    1. Iniziate subito a far sciogliere il burro a bagnomaria o nel microonde e poi fate raffreddare per bene. Lavate le patate e mettete in una pentola coprite con acqua e fate cuocere fino a quando non si saranno cotte. Inserite i rebbi di una forchetta, se usciranno facilmente allora saranno cotte.
    2. Sbucciatele, ecco come fare senza scottarsi.
    3. Schiacciatele con uno schiacciapatate e unite il burro, sciogliete il lievito nel latte leggermente riscaldato. Aggiungete anche lo zucchero, la scorza grattugiata del limone, le uova e mescolate con la forchetta, poi aggiungete a cucchiai la farina e fino a quando non otterrete un impasto omogeneo ed elastico non fermatevi mai.
    4. Quando l’impasto è omogeneo lo trasferite su un piano da lavoro un pò infarinato e impastate molto bene per 10 minuti, mettete in ciotola e coprite con canovaccio pulito di cotone e fate lievitare per 2 ore nel forno spento con luce accesa.
    5. Trascorso il tempo, sgonfiate l’impasto e sgonfiatelo con le mani, stendetelo su un piano da lavoro un pò infarinato e con un coppapasta formate le ciambelle, con il tappo di una bottiglina formate il buco.
    6. Mettete man mano le ciambelle su una leccarda da forno ricoperta di carta forno e fate lievitare per 50 minuti.
    7.  Trascorso il tempo mettete abbondante olio in una padella dai brodi alti e fate riscaldare l’olio, friggete poche ciambelle alla volta, giratele  metà cottura e adagiatele man mano su un piatto con carta assorbente e passatele subito in un piatto con lo zucchero semolato. Servite e gustatele calde.

    LEGGI ANCHE -> Sanguinaccio dolce: la ricetta super facile con il Bimby

    Trucco da mamma

    Si consiglia di mangiarle subito, ma se dovessero avanzare mettete in un contenitore a chiusura ermetica entro un giorno consumatele.

    INGREDIENTI