Frittura perfetta: ecco gli errori da evitare

Aprile 1, 2021Redazione
frittura

Il sogno di tutti è quello di riuscire a preparare una frittura perfetta. Spesso però si sbagliano alcuni piccoli dettagli che pregiudicano il risultato finale. Scopriamo quindi gli errori da evitare.

La frittura è un metodo di cottura molto utilizzato nella cucina italiana. Eppure non sempre risulta semplice friggere bene. Ma ci sono dei segreti, che oggi vi sveleremo, che sono indispensabili per una perfetta riuscita della frittura. Molto spesso infatti, gli errori che si commettono durante la preparazione, sono dettati da inesperienza.

Scopriamo gli errori da evitare

Per prima cosa, è necessario stare attenti alla temperatura dell’olio. Nella frittura infatti, la temperatura dell’olio deve essere di circa 180°. Se la temperatura è troppo bassa, il fritto risulterà molle e molto oleoso. Mentre, se la temperatura è troppo alta, il fritto sarà cotto all’esterno ma crudo all’interno.

In mancanza, dello strumento idoneo per misurare la temperatura consigliamo di mettere uno stuzzicadenti nell’olio caldo, se attorno si formano subito delle bollicine allora la temperatura è giusta.

Un altro errore, che si commette spesso è quello di eccedere nella quantità dell’olio. Per un fritto perfetto infatti, basta un litro di olio.

Ciò perché, è necessario che l’olio all’interno della padella, mantenga la giusta temperatura per la durata della cottura. Nel caso di troppi alimenti da friggere poi, il rischio è quello di far diminuire la temperatura dell’olio, rovinando il risultato.

Attenzione poi, ad asciugare bene il cibo prima di friggerlo, si rischia altrimenti di rovinare la consistenza della panatura e ciò andrà a pregiudicare la cottura. Inoltre, anche in questo caso, l’acqua del cibo, può far variare la temperatura dell’olio nella pentola.

La pentola, poi, è un altro elemento da tenere in considerazione quando si friggono gli alimenti. La padella ideale, infatti, deve essere larga, bassa e con i bordi alti.

Infine, ricordate che non bisogna mai coprire il fritto dopo la cottura, neppure con la carta assorbente, in quanto può creare umidità e rovinare così la consistenza della frittura.

Queste sono delle semplici regole da seguire per ottenere un ottimo risultato. Logicamente solo con la pratica si possono raggiungere risultati ottimali.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post