Friggitrice ad aria, che invenzione pazzesca! Con questi 5 trucchetti potrai usarla al meglio, non te li ha mai detti nessuno

Sai davvero usare al meglio la tua friggitrice ad aria? Con questi 5 trucchetti cucinerai piatti pazzeschi, possiamo assicurartelo, scoprili tutti!

In questi giorni di festa ormai sul finire, tante pietanze sfiziose avranno visto una bella frittura: baccalà fritto, patatine per i bambini, ma anche polpettine di pesce o le classiche di carne. L’immersione in olio bollente garantisce ai nostri piatti una doppia consistenza pazzesca, croccante all’esterno e più morbida arrivando al cuore. Alcuni alimenti si sposano alla perfezione con questa tipologia di cottura, che rispetto a quanto si possa pensare, se eseguita ad immersione totale non è così grassa o pericolosa per la salute.

trucchetti friggitrice ad aria
Come usare al meglio la friggitrice ad aria mammeincucina.it

Tuttavia il mondo della tecnologia non rimane mai fermo, anzi, più avanziamo con gli anni a venire, più invenzioni vengono immesse sul mercato. Già presente da qualche anno, ma spopolata solamente ad inizio 2022, troviamo le airfryer, meglio conosciute come friggitrici ad aria. L’elettrodomestico più comprato e utilizzato in cucina e in assoluto!

Il suo funzionamento è stato persino gradito da molti dietologi e nutrizionisti poiché non vi è alcuna presenza di olio bollente. Come il nome stesso ci fa intuire infatti, è l’aria a simulare la cottura classica fritta, che tramite il vapore generato e i grassi emanati dal cibo garantiscono crosticine golose, consistenze invitanti e risultati finali di degna riuscita.

Questo elettrodomestico è semplice e intuitivo da utilizzare, specialmente perché i manuali spiegano già alla perfezione tutte le varie tipologie di cotture. Eppure, scommettiamo che questi 5 trucchetti con la friggitrice ad aria non li abbiate mai letti o sentiti da nessun’altra parte! Ecco perché oggi noi di Mammeincucina vogliamo insegnarvi a usarla al meglio. Scopriamoli subito insieme

5 trucchetti con la friggitrice ad aria che sicuramente non conosci: usarla così sarà ancora più divertente!

Effettivamente l’uso della friggitrice ad aria ha avuto un notevole successo proprio per le sue cotture molto sane: nella quasi totalità non va aggiunto olio, né come condimento né come materia prima di cottura, è proprio l’aria a sfruttare il vapore e i grassi emanati all’interno della camera generando una cottura finale croccante, saporita e senza alcun senso di colpa.

trucchetti friggitrice ad aria
Come usare al meglio la friggitrice ad aria mammeincucina.it

Nell’immediato verdure, carni, pesci e persino dolci assumono una connotazione light e saporita, non dimenticandoci che può persino simulare l’effetto forno classico per cotture un po’ più facili e veloci. Come ogni elettrodomestico però, anche l’airfryer può esser sfruttata al meglio e oggi, noi di Mammeincucina, vogliamo svelarvi 5 trucchetti con la friggitrice ad aria affinché possa essere usata al meglio. Perché non li scopriamo insieme?

  1. Preriscaldamento: anche se le friggitrici ad aria possiedono caratteristiche di ultima generazione, è sempre meglio preriscaldare la camera all’interno e il motivo è semplice. Un po’ come succede nel classico forno, inserire sin da subito un alimento in un ambiente ben caldo garantisce la cottura già dopo pochi minuti con risultati strabilianti. Non bisogna preriscaldarla troppo tempo prima, basterà far partire un qualsiasi comando per circa 3 minuti. Possiamo assicurarvi che la pietanza sarà molto più gustosa.
  2. Uso dell’olio: nonostante la friggitrice ad aria non abbia bisogno di olio, sono in tanti ad aggiungerne uno o due cucchiai alle varie pietanze prima della cottura, come riportato in molti manuali d’uso. Possiamo assicurarvi però che quasi nessun alimento ne ha davvero bisogno. Tutte le pietanze precotte e congelate infatti come Nuggets, polpettine, patatine fritte, mini rustici ecc., verranno cotti alla perfezione poiché possiedono già i grassi necessari che l’aria sfrutterà. Discorso a parte va invece fatto per le patate crude classiche, i pesci e le verdure. In questo caso aggiungiamo olio tramite uno spruzzino solo dopo la metà cottura, in questo modo gli alimenti verranno croccanti e gustosi.
    trucchetti friggitrice ad aria
    Come usare al meglio la friggitrice ad aria mammeincucina.it
  3. Uso degli accessori: potrà sembrarvi strano, ma spesso gli accessori dati in dotazione all’interno della confezione non vengono molto usati. Questo però è un grande errore poiché sono stati pensati e costruiti proprio per quella tipologia di alimento! Ad esempio il classico cestello rotante, a volte un po’ difficile da montare, garantisce a patatine, piccoli rustici, polpette e noisette una cottura uniforme, continua ed omogenea. Ogni singolo alimento presenterà superfici dorate e consistenze perfette. Anche gli spiedi vanno usati per polli e carni, che a differenza di una classica cottura in teglia cuociono a 360° con un risultato da vera rosticceria.
  4. Un occhio alla temperatura: la comodità della friggitrice ad aria è data dalla possibilità di usare comandi pre-impostati per ogni tipologia di alimento. Eppure l’airfryer concede anche l’utilizzo di comandi liberi, simulando quindi quelli di un classico forno convenzione. Attenzione però alla temperatura! Se quest’ultimo per cuocere in modo ottimale vorrà circa 180° per 30-40 minuti, la friggitrice ad aria dovrà essere impostata con almeno 20° in meno poiché più potente. Seguendo questa dritta non otterrete mai alimenti secchi o cotti troppo.
  5. Il comando ‘segreto’: questa è una chicca che siamo sicuri vi farà sbarrare gli occhi. In quasi tutte le friggitrici ad aria esiste una sorta di comando ‘segreto’, spesso chiamato con nomi diversi, ma con la stessa funzione. Infatti selezionandolo i nostri cibi saranno molto più umidi e per nulla secchi. Com’è possibile? Come già detto, la friggitrice ad aria sfrutta proprio quest’ultima per cuocere i cibi, tuttavia tende ad aspirare tramite ventola a serpentina i residui di grasso. Selezionando questo comando invece, arresterà per qualche momento la cottura, permettendo ai grassi di depositarsi sul cibo. Questo quindi renderà la nostra pietanza finale per nulla secca, anzi, umida e golosa!