Per ridurre l’infiammazione ecco i cibi alleati che dovremmo introdurre nella dieta

Per ridurre l’infiammazione dall’organismo dovremmo aiutarci a partire dalla dieta introducendo alcuni cibi alleati.

Molte malattie si collegano ad un’infiammazione cronica del corpo. Tumori, patologie a carica dell’apparato cardio-vascolare, diabete, artrite, depressione, Alzheimer e molto altro sono malattie che si alimentano con questo stato.

ridurre infiammazione cibi
Canva photo

Avere un‘infiammazione cronica nel corpo è dunque dannoso per la nostra salute e può portare all’insorgere o al peggioramento di molte patologie. Ecco perché è bene combattere questo stato dell’organismo.

Per farlo non è sempre necessario ricorrere ai farmaci, anzi, è fondamentale adeguare una dieta sana ed equilibrata introducendo in particolare alcuni cibi che possono rivelarsi dei veri alleati per combattere l’infiammazione. Scopriamo quali sono.

Ecco quali cibi inserire nella dieta per ridurre l’infiammazione

Non solo problemi alle articolazioni ma l’infiammazione cronica del corpo può causare tanti altri disturbi o disagi come la gastrite. Esistono diversi studi che evidenziano come alcuni alimenti possano aiutare a spegnere l’infiammazione ecco perché la dieta è sempre un punto importante da non tralasciare in presenza di alcune patologie.

ridurre infiammazione cibi
Canva photo

Molti, infatti, quando hanno una malattia pensano a prendere medicinali continuando a tenere cattive abitudini, conducendo una vita sregolata o non consumando i cibi giusti. Ecco che invece diventa fondamentale controllare la propria dieta ed evitare alcuni cibi che possono contribuire ad infiammare l’organismo.

Sicuramente in presenza di patologie è bene consultare il proprio medico ed poi affidarsi ad un nutrizionista per non incorrere in altre problematiche di salute, tuttavia, seguire una dieta sana ed equilibrata è il primo passo per sentirsi meglio.

Molti non sanno che esistono alcuni cibi che hanno vere e proprie proprietà anti-infiammatorie. Così come invece ce ne sono altri che la vanno a provocare peggiorando così i sintomi di alcune malattie.

Tra gli alimenti che si dovrebbero evitare e che causano infiammazione troviamo i carboidrati che derivano da farine raffinate, come pane bianco, pasta, e dolci. Anche i cibi fritti sono da evitare, tra cui patatine e altri alimenti. Sconsigliato anche il consumo di bevande e bibite zuccherate e gassate così come l’introduzione esagerata di carne rossa o lavorata tra cui wurstel, salsicce e così via. Tra i condimenti da evitare poi troviamo la margarina e lo strutto.

Da evitare anche i grassi saturi in cucina e qui puoi scoprire come ridurli. 

Al contrario scopriamo invece quali sono gli alimenti anti-infiammatori che dovremmo introdurre nella dieta e che contribuiscono a ridurre l’infiammazione: frutta e verdura di stagione tra cui pomodori, verdure a foglia verde, come spinaci, cavoli e cavoli, fragole, mirtilli, ciliegie e arance. Cibi integrali tra cui pane e pasta. E poi cereali e pesci grassi come salmone, sgombro, tonno e sardine, frutta secca tra cui mandorle e noci, e per condire meglio sempre usare l’olio extra vergine d’oliva, tutti alimenti ricchi di omega-3.

Tra le diete considerate più sane troviamo senza dubbio quella mediterranea, ricca di molti alimenti benefici per l’organismo e che contribuiscono a ridurre l’infiammazione.
Non dimentichiamo poi che se si è in sovrappeso è bene ridurre i chili seguendo una dieta ipocalorica, seguita da un nutrizionista.