Per rassodare i glutei prova questa posizione: in Asia lo fanno tutti!

Una posizione assolutamente naturale per la cultura asiatica che permette di rassodare i glutei e sviluppare la mobilità articolare. 

Se vuoi rassodare i glutei dovresti prendere spunto dalla cultura asiatica, e in particolare da una delle loro tipiche posizioni, ma non solo, si tratta di un modo di stare anche dei popoli africani e indiani. Un semplice esercizio che queste persone utilizzano addirittura per riposarsi.

rassodare glutei
Canva photo

Nella cultura occidentale però questa posizione non è così comune. Anzi, per eseguirla gli occidentali non essendo abituati compiono un notevole sforzo. Pensare che invece gli orientali la eseguono come postura di riposo. 

Scopriamo allora di cosa si tratta e come fare a rassodare i glutei e sviluppare la mobilità articolare, ma non solo, grazie a questa posizione assolutamente naturale per la cultura asiatica.

Ecco come rassodare i glutei facilmente

Avere un corpo sodo e tonico è il sogno di ogni donna, e tra i metodi per farlo senza sudare di sicuro il nuoto può essere una valida soluzione. 

rassodare glutei
Canva photo

Non solo, anche consumare i cibi giusti è importante, ecco perché dovremmo inserirli nella dieta se vogliamo rassodare il corpo e in particolare i glutei.

Oltre a questo però dovremmo prendere spunto dalla cultura asiatica. In particolare da una posizione che questo popolo ma non solo utilizza per stare a riposo. Si tratta dello squat asiatico.

Un fenomeno divenuto ormai di massa anche nel mondo del fitness e che consiste nello stare in posizione accovacciata, con i talloni ben aderenti al suolo. Gli orientali la utilizzano per riposarsi, per mangiare, per giocare con i propri figli o per andare al toilette.

Per gli occidentali, al contrario, questa posizione non è così naturale e fanno molta più fatica a mantenerla. Se ci si riesce ad abituare però i vantaggi che può portare all’organismo sono notevoli.

Pensiamo ad esempio al fatto che permette di rassodare i glutei, ma anche di sviluppare la mobilità articolare. Specialmente di bacino, schiena fino alle caviglie.

Inoltre, lo squat asiatico aiuta a prevenire i dolori lombari e il mal di schiena, riuscendo anche a sviluppare l’equilibrio e al contempo facendo aumentare la massa muscolare. Ecco perché questo esercizio naturale per gli asiatici permette di rassodare tutto il corpo in generale e in particolare i glutei.

Inoltre, permette di migliorare la circolazione, si può poi utilizzare come stretching sia prima che dopo la corsa ed infine è di grande aiuto in caso di stitichezza.

Per eseguirlo, come tutti gli esercizi fisici, necessita di un periodo di allenamento. Pensiamo però ai bambini che lo eseguono spesso come posa naturale. Del resto altro non è che una posizione naturale che l’uomo assumeva quando ancora non esistevano le sedie.

Quali sono gli svantaggi dello squat asiatico? Se si hanno ginocchia deboli, in particolare le rotule, bisogna porre particolare attenzione a questo tipo di esercizio, infatti potrebbero finire per danneggiarsi del tutto.

Per essere sicuri di non incorrere in problemi fisici l’ideale sarebbe farsi seguire da un personal trainer che potrà aiutarci ad assumere la giusta posizione senza farci rovinare ginocchia o schiena.