Quanto olio si può mangiare a dieta? Tutto quello che c’è da sapere

Per determinare quanto olio mangiare a dieta è necessario prendere in esame l’apporto calorico totale, tuttavia ci sono alcune regole base.

Quando si immagina di dover seguire una dieta ipocalorica si pensa, prima di ogni altra cosa, di dover eliminare grassi e carboidrati per abbassare in maniera considerevole l’apporto calorico dei pasti giornalieri.

Quanto olio di oliva
(Mammeincucina)

Per quanto questo corrisponda a verità è bene sapere che non si dovrebbero mai eliminare completamente i grassi dalla propria dieta e in particolare i grassi monoinsaturi come quelli contenuti nell’olio di oliva.

Questi nutrienti, infatti, sono in grado di migliorare e favorire l’assorbimento di altri nutrienti, inoltre facilitano il transito intestinale e ci aiutano a mantenere pulito il nostro organismo.

Inoltre l’olio di oliva aiuta a mantenere basso il picco glicemico che si genera nell’organismo durante il metabolismo del cibo. Svolge quindi una potente azione nella prevenzione del diabete.

Infine, per quanto l’olio sia un alimento altamente calorico, paradossalmente contrasta l’accumulo di grasso addominale proprio perché tende a inibire la produzione di insulina.

Quanto olio di oliva mangiare a dieta?

Per preservare al massimo sia le proprietà organolettiche dell’olio (cioè il suo gusto e il suo profumo) sia le sue proprietà nutritive la scelta migliore è consumare l’olio a crudo.

olio di oliva
(Canva)

Il motivo è che, durante la cottura (soprattutto in padella o sulla piastra) l’olio potrebbe raggiungere il suo punto di fumo (cioè la temperatura più alta che questo ingrediente è in grado di sopportare prima di cominciare a bruciare). Superato il punto di fumo l’olio diventa dannoso per il nostro organismo.

L’olio di oliva ha un apporto calorico altissimo, ben 901 calorie ogni 100 grammi. A livello indicativo un cucchiaino d’olio apporta circa 45 calorie, mentre un cucchiaio d’olio ne apporta circa 110.

Nella dieta mediterranea (perfetta da seguire se si vuole tenere sotto controllo il peso o dimagrire in maniera sana ed equilibrata) una persona in salute e di media corporatura può consumare dai 6 agli 8 cucchiaini d’olio nel corso della giornata, cioè tra le 270 e le 360 calorie al giorno.

In una dieta ipocalorica (cioè di circa 1400 – 1500 calorie al giorno) è consigliabile limitarsi a 4 o 5 cucchiaini d’olio al giorno (cioè circa 200 calorie), da assumere principalmente a pranzo e limitando il consumo d’olio nelle ore serali.


Sei in cerca di altri consigli per un’Alimentazione Sana? Leggi gli altri articoli di Mamme in Cucina sullo stesso argomento!