Se bevi l’acqua in bottiglia ecco cosa devi sapere, potrebbe essere rischioso per la tua salute

Sei tra i consumatori abituali di acqua in bottiglia? Forse è arrivato il momento di sapere una cosa, così da incorrere rischi per la salute.

L’acqua è un bene di prima necessità. Tutti ci idratiamo ogni giorno, ma non tutti preferiscono l’acqua del rubinetto. Una bella fetta della popolazione consuma abitualmente acqua in bottiglia, perché la ritiene più sana e controllata.

Acqua in bottiglia
(Canva photo)

Questa volta non ci troviamo difronte ad richiamo alimentare dell’acqua imbottigliata, per rischio fisico o biologico, ma è necessario mettere al corrente i consumatori abituali di una cosa. Se si beve acqua in bottiglia si rischia di andare incontro a problemi seri per la salute, se si sottovaluta una cosa. Sei pronta a scoprire di cosa si tratta?

Acqua in bottiglia: se la consumi abitualmente devi conoscere i rischi per la salute

L’acqua in bottiglia spesso si utilizza, molti sono i consumatori abituali che la preferiscono all’acqua che scorre dal rubinetto di casa, La scelta può dipendere da tantissimi motivi.

Acqua in bottiglia
(Canva photo)

Però è importante capire quali possono essere eventuali rischi per la nostra salute. La scadenza è un fattore importante che spesso viene sottovalutato, ebbene però precisare. L’acqua non ha scadenza, quella in bottiglia si, perché viene viene conservata in bottiglia di plastica o vetro. Il tempo di conservazione varia da un anno a tre anni, molto dipende se la bottiglia è in plastica o vetro. Se bevi l’acqua minerale, ecco cosa devi sapere!

Prendi una bottiglia di acqua e leggi, deve essere presente questa dicitura o sul tappo o sul collo della bottiglia,  “da consumarsi preferibilmente entro”  che è ben diverso da “da consumarsi entro”.

Nel primo caso si parla del tempo minimo di conservazione, invece la seconda dicitura è categorica, l’acqua va consumata entro e non oltre quella data. Il motivo è semplice, la bottiglia di plastica potrebbe rilasciare delle sostanze chimiche nell’acqua mettendo a rischio la salute dei consumatori, come antimonio e bisfenolo A.

Se non si rispetta la data di scadenza queste sostanze che si formano possono solo essere ingerite dall’uomo, poi si accumulano lentamente nel corpo. Questo potrà mettere a rischio la salute dell’intestino, l’immunità e la funzione respiratoria. Non solo, ma è necessario sapere che le bottiglie di plastica contenenti acqua devono essere conservate lontano da fonti diretti di sole, perché il calore potrebbe rilasciare le sostanze dalla plastica all’acqua.

Inoltre dopo l’apertura della bottiglia si consiglia di consumare entro due giorni al massimo e chiudi bene il tappo della bottiglia.