Le creme light (e buonissime) per farcire i tuoi dolci quando sei a dieta!

Le creme light hanno l’enorme pregio di rendere gustosissimi anche i dolci più semplici senza rovinare la dieta. 

A differenza delle creme tradizionalmente utilizzate in pasticceria, le creme light sono senza burro o senza uova, talvolta addirittura senza farina. Utilizzano un piccolissimo quantitativo di grassi ma contengono tantissimo gusto!

creme dolci light
(Mammeincucina)

Si tratta di una soluzione da tenere assolutamente a portata di mano quando si intende preparare un dolce da mangiare senza pensieri durante il periodo della dieta. Il motivo è semplicissimo: oltre a mettere alla prova il nostro fisico, la dieta mette alla prova il nostro umore.

Questo significa che, anche seguendo con la massima attenzione le indicazioni del nutrizionista, non dovremmo mai rinunciare al piacere di un piccolo dolce, almeno una o due volte la settimana.

Naturalmente sarà importantissimo fare in modo da evitare un apporto calorico eccessivo, in maniera da non stravolgere eccessivamente il piano alimentare del periodo.

E come si preparano dolci gustosi, soddisfacenti ma super light? Con le creme giuste!

Le ricette delle creme light per mangiare dolci a dieta senza troppi sensi di colpa

Una crema è una preparazione che va addensata, quindi contiene sempre grassi (come il burro) farina e uova. Ecco le ricette alternative per fare a meno di almeno uno di questi ingredienti!

crema limone
(Canva)

Crema al limone senza senza burro

  • 2 uova
  • 150 g di Amido di Mais
  • 500 g d’acqua
  • succo e buccia grattugiata di due limoni biologici

Per preparare questa crema si dovranno montare le due uova intere con lo zucchero, utilizzando una frusta elettrica o una frusta a mano.

Una volta addensato il composto si dovrà unire l’amido di mais setacciato, prestando attenzione a evitare la formazione di grumi.

A questo punto si dovrà mescolare il succo di limone all’acqua e aggiungere i liquidi a filo, continuando a mescolare perché vengano incorporati bene al composto.

A questo punto aggiungere la scorza di limone e trasferire il composto sul fuoco, preferendo una casseruola con il fondo piuttosto spesso. Sarà necessario tenere la fiamma piuttosto bassa e mescolare continuamente con un mestolo. Quando la crema avrà cominciato a bollire dovrà essere tolta dal fuoco e trasferita in un contenitore freddo perché possa raffreddarsi velocemente.

Per evitare la formazione dell’antiestetica pellicina superficiale il consiglio è di coprire la crema con la pellicola trasparente in modo che la pellicola sia a contatto con la superficie della crema.

Crema al latte

La crema al latte può essere utilizzata come base da aromatizzare e si presta davvero a moltissimi utilizzi.

  • 100 grammi di zucchero
  • 70 grammi di farina
  • 400 grammi di latte

Il procedimento è molto simile a quello che si utilizza per preparare la besciamella, con l’unica differenza che non si adoperano grassi.

Innanzitutto si dovrà porre sul fuoco il latte, che dovrà essere portato lentamente a bollore, avendo cura di mescolare in continuazione per essere certi che non si attacchi al fondo della casseruola.

Se si punta ad aromatizzare la crema con stecche di vaniglia, vanillina, scorza di agrumi e altri aromi, bisognerà immergere gli aromi nel latte mentre questo bolle, in maniera da ottenere un infuso.

Bollito il latte, lo si dovrà versare a filo in una ciotola contenente la farina e lo zucchero mescolati. 

Mentre si aggiunge il latte bisognerà continuare a mescolare con una frusta o una forchetta per evitare la formazione di grumi.

Se si raggiunge la giusta consistenza della crema prima di aver versato tutto il latte il consiglio è di non aggiungerne altro. E’ assolutamente impossibile, infatti, aggiungere farina a questo punto: la formazione di grumi sarebbe inevitabile e comunque non si riuscirebbe ad addensare la crema fino alla consistenza desiderata.


Sei in cerca di altri consigli per un’Alimentazione Sana? Leggi gli altri articoli di Mamme in Cucina sullo stesso argomento!