Come conservare le fragole: ecco trucchi e consigli per gustarle al meglio

Per conservare le fragole al meglio senza che prendano la muffa o si rovinino ecco alcuni trucchi e consigli.

Sono il frutto di primavera per eccellenza: stiamo parlando delle fragole, frutti rossi e gustosi che si possono gustare principalmente in questo periodo dell’anno. Semplici e al naturale, con la panna e, infine, per arricchire i dolci le fragole sono perfette da consumare in ogni occasione.

conservare fragole
Canva photo

Ricche di sostanze benefiche per il nostro organismo, tra cui vitamine e sali minerali sono perfette anche quando siamo a dieta ricordando di non addizionarle con panna e zucchero. Ma uno degli inconveniente delle fragole è che non durano molto a lungo.

Esse tendono infatti a formare la muffa e a marcire in breve tempo, specialmente se non adottiamo alcune accortezze quando le acquistiamo. Scopriamo allora come conservare le fragole per gustarle al meglio.

Ecco come conservare le fragole grazie a questi trucchi

Tra i frutti più consumati in questo periodo troviamo di sicuro le fragole. La loro stagionalità va infatti da marzo a giugno. Nel mese di maggio poi sono nel pieno del loro rigoglio. Ecco perché proprio ora dovremmo approfittare per consumare questi deliziosi frutti che tanto piacciono anche ai bambini.

conservare fragole
Canva photo

Dalle confetture ai dolci fatti in casa a base di questo squisito frutto, come la crostata di fragole, il tiramisù alle fragole, o la torta mimosa alle fragole. Sono tante le ricette a cui possiamo ispirarci con questi dolcissimi frutti.

Ma siamo sicuri di saperle anche conservare come si deve? Le fragole come forse molti avranno notato sono frutti facilmente deperibili, ecco perché è bene saperli conservare nel modo giusto onde evitare che formino muffe e si ammacchino.

Scopriamo allora come conservare le fragole grazie a questi semplici trucchi e consigli così da gustarle al meglio.

1) Sceglierle bene. Il primo passo da fare è in fase di acquisto. Quando le andiamo a comprare dovremo controllare che non siano già avanti con la maturazione altrimenti rischiamo di doverne buttare almeno la metà di quelle contenute all’interno della confezione. Il colore dovrà essere rosso accesso e non verde, altrimenti significa che ancora non sono mature. Così come non dovranno presentare dei punti bianchi. Inoltre, non dovrà essere presente la muffa sopra altrimenti andranno scartate.

2) Toglierle dalla confezione di plastica. Una volta che le abbiamo acquistate dovremo provvedere a toglierle dalla confezione in cui le abbiamo acquistate e trasferirle in un contenitore per alimenti, che sia di vetro o di plastica, va bene anche uno scolapasta, facendo attenzione a eliminare i frutti che presentano muffa o che sono rovinati. Inoltre, dovremo stenderle il più possibile e non disporle una sopra l’altra. Il contenitore poi dovrà rimanere aperto così che le fragole possano respirare. A questo punto si potranno conservare in questo modo in frigorifero per 4-5 giorni.

3) Rivestire il contenitore di carta assorbente. Un altro trucco per eliminare l’umidità è di rivestire il contenitore in cui le andremo a conservare con qualche foglio di carta da cucina, in questo modo si conserveranno meglio.

4) Non lavarle fino al momento di consumarle. Per evitare che le fragole si ammuffiscano è meglio non lavarle troppo tempo prima di consumarle. A meno che si opti per lasciarle a mollo in una soluzione composta da 10 parti d’acqua e una di aceto, in tal caso per un litro d’acqua dovremo considerare 100 ml di aceto di vino bianco o di mele. Poi andranno risciacquate e asciugate molto bene quindi riposte in frigorifero.

5) Congelarle. Un altro metodo per conservare le fragole e consumarle anche in altre stagioni dell’anno è quello di congelarle. Prima andranno controllate, una volta eliminate quelle rovinate, andranno lavate e poi asciugate bene, quindi riposte nelle bustine gelo e messe nel congelatore.

6) Non eliminare il picciolo prima di lavarle. Se abbiamo deciso di non consumarle subito non dovremo fare l’errore di eliminare il picciolo che andrà tolto solo al momento di consumare le fragole e soprattutto solo dopo averle lavate.