CREMA PASTICCERA CON GRUMI: il trucco per farla sempre cremosa

La crema pasticcera è una delle preparazioni base della pasticceria. A volte, però, può non venire come si vorrebbe. Scopri il trucco per evitare la crema pasticcera con grumi.

Chi ama la crema pasticcera sa bene come una delle sue più grandi prerogative sia quella di essere, morbida, cremosa e vellutata. Un mix che ne fa un vero piacere per il palato e che la rende, a ragione, una delle preparazioni più amate da grandi e piccini.

Ottima come farcitura per torte e dolci di ogni tipo, si può realizzare in versione più lenta per accompagnare anche dolci come il pandoro e il panettone. In ogni caso, ciò che conta oltre al sapore è la possibilità di trovarsi sempre a gustare qualcosa di estremamente voluttuoso. Un vero piacere che spinge a cercare di prepararla in casa tutte le volte che si può.

Ma come fare quando la crema, a discapito di tutto l’impegno profuso nel prepararla, si rivela piena di grumi? Si tratta di uno degli errori più comuni e, inutile dirlo, in grado di rovinare il risultato finale. Niente paura, però. Perché esiste un trucco che cambierà definitivamente le cose, aiutandoci a portare in tavola (o all’interno dei nostri dolci) una crema pasticcera cremosa come quelle che si mangiano in pasticceria.

LEGGI ANCHE -> TARTUFINI LIGHT: la ricetta golosa e perfetta per Natale

Crema pasticcera con grumi: ecco il trucco per evitarli

Se anche tu sei tra coloro che sognano disperatamente di riuscire a realizzare una crema pasticcera buona e senza grumi, continua a leggere perché oggi sveleremo il trucco che cambia tutto e che è davvero più semplice di quanto si potrebbe pensare.

CREMA PASTICCERA CON GRUMI
(Adobe Stock photo)

La strategia vincente per una crema che funzioni è infatti quella di sostituire la farina di grano, che spesso si usa come addensante, con una più leggera. Utilizzando una farina di riso o una fecola di patate, infatti, i grumi si formeranno molto più difficilmente. Ciò che conta è mescolare sempre per bene, alle giuste temperature e seguendo le regole base della preparazione della crema pasticcera.

E se nonostante i tanti sforzi e la farina diversa i grumi si formano ancora?
In tal caso non serve buttare via tutto. La crema pasticcera, infatti, può essere ancora recuperata. Per farlo basta prendere un frullino ad immersione con il quale dargli una bella ripassata. Certo, si tratta di un metodo poco convenzionale ma che porta al risultato desiderato. Motivo per cui, in caso di emergenza può essere sempre utile metterlo in pratica.

E se il mixer non c’è? In tal caso si può passare la crema al setaccio, metodo che si usa solitamente per rendere più vellutata la crema di ricotta. In questo modo i grumi rimarranno nella maglia (purché questa sia molto stretta) e la crema risulterà più morbida e vellutata che mai.

LEGGI ANCHE -> PANCAKE DI NATALE: ottimi a colazione e a merenda

Un trucco che consentirà di poter sfoggiare una crema pasticcera senza grumi, cremosa al punto giusto e perfetta per riempire brioche, crostate e torte o per impreziosire dei pasticcini. Il tutto senza dimenticare l’accompagnamento perfetto per pandori e panettoni. Un risultato che sarà sicuramente apprezzato da parenti ed amici.