I trucchi facili e veloci per pulire correttamente il piano cottura sporco

piano cottura
Foto:Adobe Stock

Se dopo aver cucinato vi ritrovate con un piano cottura sporco, non scoraggiatevi, scopri i trucchi facili e veloci per pulirlo correttamente.

In cucina deve sempre regnare ordine e soprattutto pulizia. Si sa che non solo si preparano le pietanze ma si consumano il più delle volte, per cui l’igiene deve essere sempre garantita. Quando si cucinano le diverse pietanze è inevitabile non sporcare il piano cottura, quante volte vi siete ritrovate con un piano cottura sporco, unto e incrostato? L’unica cosa da fare è pulire per evitare che risulti difficile la rimozione dello sporco. Certo che tutte noi desidereremo avere una bacchetta magica per rimuovere tutto e in poco tempo senza fare un minimo sforzo. Ma non scoraggiatevi, noi di Mammeincucina, sia o qui in vostro aiuto per svelarvi i trucchi per eliminare lo sporco anche quello più ostinato dal piano cottura.

Come pulire il piano cottura sporco: scopri i trucchi

Non sempre il piano cottura si sporca tanto, dipende sempre da quello che avete cucinato. Sicuramente dopo una frittura sfido chiunque ad avere un piano cottura impeccabile e splendente.  Il primo trucchetto che possiamo svelarvi è di non pulire dopo troppo tempo che avete cucinato per evitare che lo sporco diventi ostinato. Non dovrete tralasciare nulla nella pulizia  anche le griglie e i fornelli andranno puliti, non sempre basta passare un panno pulito. Ricordate che in cucina si deve garantire igiene, scopri come.

piano cottura
Foto:Pixabay

Quindi non ci resta che scoprire come pulire perfettamente il piano cottura comprese, griglie e bruciatori, che se si otturano ahimè possono non garantire la corretta funzionalità.

In caso di piano cottura in acciaio, che quasi tutte hanno, procedete in questo modo. Innanzitutto se sono presenti dei residui di olio o cibo, vi consigliamo di rimuovere con della carta assorbente da cucina. Solo adesso potete procedere alla pulizia con acqua e detergente sgrassante, scegliete sempre prodotti che si trovano in commercio con formulazioni naturali. In questo modo non solo proteggerete l’ambiente ma anche il piano cottura. Dovete far agire il detersivo o sgrassatore per un pò e poi procedete alla rimozione dello sporco con la spugna non abrasiva. Con un panno morbido in microfibra sciacquate bene per rimuovere tutto il detersivo, dovrete farlo più volte, fino a quando non sarà completamente pulito. Per renderlo brillante potete preparare una soluzione di acqua e aceto. Vaporizzate sul piano e pulite con un panno morbido e ricordatevi che dovete asciugare bene per evitare aloni.

In alternativa ai prodotti di detersione che si trovano in commercio potete procedere con prodotti naturali. Mettete in una ciotolina un pò di bicarbonato e unite a filo l’acqua, mescolate e dovrete ottenere un composto cremoso e non liquido. Distribuite il composto sul piano cottura e lasciate agire un pò se è particolarmente sporco e poi pulite con una spugna morbida e sciacquate. Lavate più volte con acqua per eliminare ogni residuo di detersivo e seguite i consigli su detti.

Se il vostro piano cottura non è in acciaio ma di un materiale diverso come vetro o smaltato potete preparate una soluzione di acqua e detergente per stoviglie. Mettete all’interno di una bottiglia con spray e spruzzate. Lasciate agire per circa 10-15 minuti e pulite con spugna morbida e poi sciacquate più volte e asciugate bene per evitare che rimangono aloni. Dovete prestare attenzione così da evitare graffi o possibili abrasioni. Non si deve mai generalizzare con la pulizia ogni materiale richiede un trattamento specifico.

Passiamo alle griglie, se sono molto sporche è necessario lasciarle in ammollo in una soluzione di bicarbonato e acqua calda per 15 minuti. Strofinate energicamente con una spugna morbida e non abrasiva. in questo modo riuscirete ad eliminare lo sporco ostinato. Solo dopo aver lavato bene sotto acqua corrente calda, asciugate bene con canovaccio di cotone. In alternativa potete preparare una soluzione di acqua, bicarbonato e aceto. In questo modo eliminerete anche il cattivo odore, qualora avessero un odore sgradevole le griglie. Vi consigliamo di lasciarle in ammollo per 15-20 minuti e poi sciacquate.

Particolare attenzione va posta ai bruciatori dovrete evitare incrostazioni che non permetterebbero la fuoriuscita del gas in modo omogeneo. Un piccolo trucchetto, se notate  dello sporco ostinato nei fori dei fornelli aiutatevi con uno stuzzicadenti per eliminare vari residui. Passate a lavare i bruciatori, metteteli in ammollo con il detergente per stoviglie e poi con una spugna pulite bene. Ma una volta a settimana potete lavarli con aceto in questo modo. Riempite un tegame con acqua e aceto di vino bianco e portate a ebollizione e immergete i bruciatori. Dopo circa 5 minuti li togliete e poi asciugateli bene.

detergenti
Foto:Freepik

Adesso si che non avrete più difficoltà per pulire in poco tempo il piano cottura sporco e incrostato. Un piccolo consiglio a riguardo se pulite dopo aver cucinato, sicuramente non vi ritroverete con sporco ostinato e difficile da rimuovere.

Se volete qualche consiglio su come pulire il piano da lavoro, cliccate qui.