Gnocchi di patate impeccabili e che non si spappolano in cottura? Ecco i trucchi

gnocchi trucchi
Foto di freegr da Pixabay

Fare gnocchi di patate impeccabili e che non si spappolano in cottura ti sembra un’impresa troppo difficile? Segui questi piccoli trucchi e potrai realizzare degli gnocchi impeccabili.

Se anche tu fai parte di quella schiera di mamme, o donne, che quando si tratta di mettere le mani in pasta sei in difficoltà siamo qui per salvarti. Se hai deciso di preparare gli gnocchi di patate, ma non hai avuto la fortuna di avere una nonna o una mamma a tramandarti la ricetta e tutti gli accorgimenti giusti per realizzarli, eccoci qua.

Magari ci hai già provato una volta a farli, ma in fase di cottura, i tuoi gnocchi si sono sciolti come neve al sole. O peggio, l’ultima volta che ti sei cimentata ti sono venuti così duri che sembravano sassi, bè, di sicuro hai sbagliato qualcosa.

Ecco che allora non dovrai far altro che seguire questi pochi ma fondamentali trucchi per preparare degli gnocchi davvero impeccabili e che tutti richiederanno una seconda volta per un bis. Sei pronta? Si parte!

Tutte i trucchi per realizzare gnocchi impeccabili

gnocchi trucchi
Adobe Stock

Innanzitutto iniziamo col precisare che, come tutte le cose manuali, più si fanno e più si diventa bravi a farli. Quindi più ti allenerai a preparare gli gnocchi più diventerai una maestra di stile.

Già perché oltre a non spappolarsi o a non farli diventare troppo duri, e quindi immangiabili, anche dal punto di vista estetico gli gnocchi vogliono la loro parte. Farli tutti uguali, ad esempio, da questo punto di vista aiuta di sicuro.

Potrete realizzarli con le righe sopra o senza, ma sappiate che non è un vezzo e che nel primo caso gli gnocchi saranno più leggeri e il sugo penetrerà meglio al loro interno. Così come facendo l’incavo dietro con il pollice.  Quindi la risposta già ve la siete data da sole. Vediamo ora passo passo tutti i trucchi dalla scelta delle patate fino alla fase di condimento degli gnocchi.

1) Scegliere le patate giuste.

gnocchi trucchi
Foto di Couleur da Pixabay

Non si tratta di una banalità, anzi, la scelta delle patate giuste per preparare gli gnocchi è fondamentale per la loro riuscita. Infatti, non tutte le varietà di patate sono uguali, né servono a preparare le stesse cose. Le migliori in questo caso, come per la realizzazione delle crocchette di patate (qui trovi la ricetta per realizzarli in maniera perfetta), sono quelle a pasta bianca, molto ricche di amido e farinose, che avranno bisogno di meno farina quando poi dovrai andarle ad impastare. Non solo, prediligere quelle un po’ invecchiate è ancora meglio, essendo povere di acqua permetteranno di realizzare un impasto asciutto e che non si sfalderà in fase di cottura.

2) Cuocere le patate con la buccia.

C’è chi pensa che sbucciarle prima renderà il lavoro più semplice dopo, ma niente di più errato. Le patate vanno cotte con la buccia perché questo farà sì che trattengano maggiormente il sapore, e soprattutto che la polpa non assorba troppa acqua in fase di cottura. Perché se poi le patate diventano acquose avranno bisogno di più farina e i nostri gnocchi saranno compromessi.

3) Lavorare subito le patate, finché sono calde

Un altro trucco per preparare gnocchi impeccabili è quello di non aspettare che le patate si raffreddino troppo per schiacciarle perché in questo modo diventano appiccicose.

4) Non mettere la farina fino a che sono calde

Se da un lato le patate devono essere schiacciate a caldo, dall’altro non dobbiamo avere fretta nel mettere la farina quando sono ancora bollenti basterà aspettare che siano tiepide.

5) Mettere la giusta quantità di farina

Esagerare con la quantità di farina che incorporate alle patate è un grave errore. A volte con la paura che gli gnocchi si possano sfaldare in cottura si tende ad abbondonare. La farina deve essere circa un quarto delle patate. 

6) Non lavorare troppo l’impasto

Gli gnocchi di patate vanno lavorati solo il tempo necessario per compattare gli ingredienti questo perché rischiamo di far diventare l’impasto colloso.

7) Non mettere l’uovo

Molti per paura che gli gnocchi si sciolgano in cottura aggiungono l’uovo all’impasto. Ma udite udite, l’uovo non serve.

8) Non lasciare gli gnocchi a riposare in frigorifero

Gli gnocchi vanno fatti e mangiati, altrimenti congelati. Altrimenti le patate rilasceranno l’amido rovinandone la consistenza.

9) Non cuocerli tutti insieme

In questo modo rischieranno di appiccicarsi sulla pentola. E una volta che vengono a galla scolarli con una schiumarola e buttarli direttamente nel condimento.

Ed ora non ci resta che provare a preparare gli gnocchi. Ecco la ricetta rigorosamente senza uovo di Benedetta Rossi.