Avete preparato la scaloppina ma è troppo secca? Ecco i possibili errori

Gennaio 1, 2021Virgilia Panariello
Scaloppina

L’ultimo ricordo che avete è aver preparato una scaloppina secca e dura? Se non siete soddisfatti, ecco alcuni errori da evitare.

La scaloppina è un secondo piatto a cui nessuno sa resistere, un piatto molto apprezzato e spesso presente sulle nostre tavole, non richiede molto tempo nella preparazione. Ma come accade un pò per tutte le pietanze non solo quelle in cui è richiesto maggior tempo e attenzione, si possono commettere errori che possono compromettere il risultato finale. La scaloppina anche se non richiede molto tempo nella preparazione si possono fare dei piccoli errori  non solo durante la preparazione, ma come mai? Possono essere diversi i motivi ma se volete stupire la  vostra famiglia con un secondo piatto a dir poco perfetto e gustoso, allora scoprite quali sono gli errori da evitare assolutamente.

Avete preparato la scaloppina ma è troppo secca? Ecco i possibili errori

Se volete stupire la vostra famiglia servendo una scaloppina con delle patate al forno ( scopri come prepararle senza che si attaccano alla teglia) ma avete un brutto ricordo, visto che l’ultima colta che l’avete preparata la cottura la carne era poco tenera e secca, vi siete mai chiesti in casa avete sbagliato?

carne
Foto:Pixabay

Scopriamo i principali errori da evitare quando si prepara una scaloppina.

  1. Carne non adatta: non tutti i tagli di carne sono adatti per preparare la scaloppina. Lasciatevi consigliare dal vostro macellaio di fiducia il taglio adatto per poter servire un second perfetto. Sarebbe preferibile la carne di manzo, è una carne più tenera che si sposa benissimo sia al vino che al limone, dipende dal tipo di condimento che scegliete.
  2. Taglio sbagliato: anche il taglio è importante per una scaloppina perfetta. Sicuramente per questa preparazione è preferibile un taglio magro e non troppo alto.
  3. Non usare la farina: non può mancare la farina per preparare la scaloppina, renderà morbida e appetitosa la scaloppina. Inoltre è un ingrediente che vi permetterà di poter realizzare la crema finale. Sicuramente optate per una senza glutine se ci sono dei commensali con intolleranze.
  4. Grasso non adatto: si può utilizzare sia l’olio extra vergine di oliva che il burro, purchè scegliete uno di qualità. Però se preparate una scaloppina con funghi il burro sarebbe perfetto, invece se la scaloppina è al limone l’olio extra vergine di oliva sarebbe la scelta più giusta da fare, poi son gusti!
  5. Padella non adatta: ricordate che gioca un ruolo importante in quanto si deve garantire una cottura omogenea. Ricordatevi di mettere la carne in padella quando il grasso è alla temperatura giusta e non deve essere freddo.
  6. Aggiungere tutti gli ingredienti: dipende dalla ricetta che state preparando se la scaloppina è con i funghi non mettete insieme alla carne in padella, ma dovrete procedere in questo modo. Cuocete a parte in questo caso i funghi e poi aggiungete alla carne qualche minuto prima di spegnere la fiamma. In caso contrario quando la scaloppina è al vino o limone fate cuocere il liquido insieme alla carne, altrimenti la carne non si insaporirà bene e risulterà più dura.

Ricordate che a prescindere dal tipo di ricetta che state preparando tutti gli ingredienti scelti devono essere di buona qualità se desiderate portare a tavola un piatto unico. Inoltre anche la scelta del vino, nel caso stiate preparando la scaloppina al vino deve essere di alta qualità per la buona riuscita del piatto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post