Pastiera napoletana: la ricetta e i trucchi per un risultato perfetto

    La pastiera napoletana è un dolce tipico che si prepara durante le festività pasquali, non resta che scoprire la classica ricetta come vuole la tradizione.

    Le festività di Pasqua sono alle porte, come vuole la tradizione partenopea, la signora pastiera non deve assolutamente mancare. Si tratta di un dolce che si prepara in diversi step, la base è di pasta frolla, con un ripieno davvero gustoso a base di ricotta e grano. Non solo si aggiungono anche degli aromi che rendono davvero profumato e molto più invitante la pastiera.

    Pastiera napoletana
    (Adobe Stock photo)

    Ogni regione ha le proprie tradizioni dei dolci da preparare per la ricorrenza della Santa Pasqua. Oggi ci concentriamo sul dolce tipico campano, anche se con il passare degli anni ha avuto un enorme successo in tantissimi altre città. La pastiera napoletana è il dolce protagonista delle festività pasquali che non può mancare mai. Scopriamo subito la ricetta perfetta, così se non l’hai mai preparata potrai farlo anche tu.

    Pastiera napoletana: la ricetta spiegata passo passo

    La pastiera napoletana è un dolce buonissimo, profumato e invitante, come vuole la tradizione, si prepara il giovedì Santo. Una ricetta che si tramanda da generazione in generazione, certo ogni famiglia custodisce dei segreti per la preparazione perfetta, non sempre si conoscono tutti.

    Pastiera napoletana
    (Canva photo)

    Non resta adesso che seguire la ricetta spiegata passo passo della pastiera napoletana. Se sei a dieta, non perderti la versione light è così non avrai alcun senso di colpa se gusterai questo dolce.

    Ricetta per 8 persone

    Tempo di preparazione: 1 ora

    Tempo di cottura: 2 ore

    Tempo totale: 3 ore

    Ingredienti:

    Per la pasta frolla

    • 350 g di farina
    • 1 uovo
    • 2 tuorli
    • 130 g di zucchero
    • 170 g di burro morbido
    • 20 g di millefiori
    • buccia grattugiata di 1 limone
    • 1 pizzico di sale

    Per la crema di grano:

    • 300 g di grano cotto per pastiere
    • 30 g di burro
    • 200 g di latte
    • buccia grattugiata di un’arancia
    • buccia grattugiata di un limone

    Per crema di ricotta:

    • 350 g di ricotta
    • 280 g di zucchero
    • 2 uova
    • 1 tuorlo
    • un pizzico di cannella
    • 30 g di fiori d’arancio
    • 60 g di canditi misti

    Preparazione

    1. Si inizia dalla preparazione della pasta frolla, mettiamo su un piano di lavoro la farina a fontana e mettiamo al centro il burro a temperatura ambiente, lo zucchero, uovo e  tuorli e lavorare in fretta con le mani fredde, aggiungiamo poi millefiori, la buccia grattugiata del limone e un pizzico di sale. Non appena otteniamo il panetto morbido e compatto, avvolgiamo nella pellicola per alimenti e lasciamo riposare in frigo.
    2. Passiamo alla crema di ricotta, quest’ultima deve essere setacciata, basterà metterla in un colino e poi si trasferisce in ciotola con lo zucchero e si mescola per bene, coprire con la pellicola per alimenti. Il segreto sta nel lasciar riposare la ricotta e lo zucchero insieme, così che lo zucchero venga assorbito bene dalla ricotta. Il consiglio è di farlo la sera prima della preparazione, lasciar riposare per almeno 8-12 ora garantirà un risultato perfetto. Trascorso il tempo poi aggiungere la cannella, mescolare con un cucchiaio e unire  le uova e i tuorli, uno alla volta. Solo quando si sarà assorbito uno si aggiungerà un altro. Unire l’aroma di fiori d’arancio. Unire i canditi tagliati a pezzettini e mescolare così da ottenere un composto omogeneo.
    3. Passiamo alla crema di grano. Iniziamo a togliere delicatamente la buccia dall’arancia e limone e mettiamo in un piatto. In un pentolino mettiamo il grano, il latte, il burro e le bucce dei due agrumi, lasciamo cuocere a fiamma bassa per una mezz’oretta, avendo l’accortezza di mescolare di continuo, fino ad ottenere una crema vellutata, rimuoviamo le bucce, togliamo solo una parte della crema e frulliamola, così il ripieno sarà più cremoso. Se non si desidera un ripieno cremoso, si può lasciare la crema di grano senza frullare o schiacciare con la forchetta.
    4. Solo quando la crema di grano si sarà raffreddata bene, si può unire quella alla ricotta. Mescoliamo per bene così da amalgamare tutto.
    5. Il momento è arrivato per assemblare tutto, stendere su un piano da lavoro la pasta frolla, ecco cosa non fare e non sbaglierai. Tenere da parte un po’ di impasto per realizzare le losanghe. Adagiare la pasta frolla sullo stampo per pastiera, deve essere in alluminio leggera con bordi svasati. Bucherellare un po’ la base con i rebbi di una forchetta e versare la crema, decorare con le losanghe e facciamo cuocere in forno già caldo nella parte bassa del forno alla temperatura di 150° per 1 h e 45 minuti. Prima di spegnere fare la prova stecchino.
    6. Trascorso il tempo spegniamo e lasciamo riposare la pastiera nel forno e poi si potrà trasferire su una gratella e si lascia raffreddare.
    7. La tradizione vuole che la pastiera si lasci riposare per due giorni prima di gustare. Per dare un tocco unico, spolverare un po’ di zucchero a velo prima si servire.

    Trucco da mamma:

    Se non si ha molto tempo, ci si può organizzare così, anche il giorno prima si prepara la pasta frolla e si lascia in frigo. In questo modo il giorno seguente si preparano le due creme. Inoltre la pastiera di grano si conserva benissimo per 3-4 giorni sotto una campana di vetro.

    Ricorda che i canditi non vanno assolutamente omessi, perché hanno un ruolo importantissimo, in quanto rilasciano umidità al ripieno rendendolo non solo più morbido, ma rimane umido nei giorni successivi alla preparazione.

    INGREDIENTI