EGGNOG: la bevanda che sa di Natale

    EGGNOG
    (Canva photo)

    Se la voglia di vivere l’atmosfera natalizia sta già bussando alla porta è giunto il momento di preparare l’eggnog. La bevanda tipica del Natale.

    L’eggnog è una bevanda dolce tipicamente britannica e considerata quella che apre le porte al Natale. Il suo sapore dolce la rende infatti la scelta ideale per alternare la classica cioccolata calda con qualcosa di speziato ed in grado di coccolare il palato. In giro esistono diverse varianti di questa ricetta che alla base conta su uova, panna e alcol come ingredienti principali.

    Un mix di sapori e profumi che la rendono davvero perfetta per iniziare a sentire il mood delle feste anche solo sorseggiando una bevanda.

    LEGGI ANCHE -> PANNA COTTA AL PISTACCHIO: il dolce al cucchiaio super vellutato

    La ricetta dell’eggnog

    Il punto forte di questa bevanda, oltre alla sua dolcezza è il sapore forte e avvolgente reso ancor più incisivo dalle spezie. Essendo a base di uova crude è molto importante che queste siano sempre di primissima scelta e fresche.

    EGGNOG
    (Canva photo)

    Chi lo desidera può però pastorizzarle cuocendole o realizzando una sorta di zabaione al quale aggiungere poi tutti gli altri ingredienti.

    Ricetta per 4 persone

    Tempo di preparazione: 15 minuti

    Tempo di cottura: nessuno

    Tempo totale: 15 minuti

    Ingredienti:

    • 3 uova biologiche e freschissime
    • 300 ml di latte intero
    • 200 ml di panna liquida fresca non zuccherata
    • 80 g di zucchero
    • 80 g di bourbon
    • q.b. noce moscata

    Preparazione:

    1. Iniziamo separando gli albumi dai tuorli.
    2. In una ciotola capiente sbattere gli albumi fino a montarli a neve.
    3. Aggiungere i tuorli cercando di renderli il più possibile spumosi senza smontare gli albumi.
    4. Passare poi allo zucchero e inserire, sempre mescolando per bene con la frusta, anche la noce moscata grattugiata.
    5. Versare lentamente la panna fresca liquida e infine aggiungere il bourbon.
    6. Riporre in frigo per un paio d’ore e servire freddo o appena scaldato.

    LEGGI ANCHE -> CHIPS DI MELA DOLCI: croccanti e tutte da gustare

    Trucco da mamme

    Volendo, si può omettere la parte alcolica. In tal caso però è necessario cuocere il tutto almeno a 60 gradi per pastorizzare le uova. L’alcol all’interno della bevanda, oltre a donarle più gusto ha infatti questo importante ruolo. In sua assenza si può rendere il tutto più saporito aggiungendo anche della cannella.